Studiare a Milano da fuori sede costa troppo!

335

Studiare a Milano è terribilmente costoso. Chi lo sta già facendo ne è già a conoscenza, chi si appresta o desidera trasferirsi nella città lombarda deve invece fare qualche conto… perché essere un fuori sede a Milano vuol dire spendere mensilmente più di 900 euro.

Le spese degli studenti fuori sede a Milano

Il risultato di un sondaggio condotto da alcuni studenti milanesi ha confermato le cifre. La cosa più costosa è, come è ovvio, l’affitto da pagare. A Milano una stanza singola o in condivisione costa circa 400/500 euro al mese. Pochi i ragazzi che si consentono il “lusso” di un monolocale o di un proprio appartamento.

Oltre all’affitto ci sono le bollette come altra grossa spesa assolutamente necessaria. Le bollette, infatti, molto spesso non sono incluse nella somma dell’affitto e vengono pagate separatamente (circa 40 euro al mese).

Alle bollette e all’affitto si devono aggiungere i costi relativi al sostentamento quotidiano, cioè cibo e prodotti di igiene personale.

Naturalmente ci sono anche le tasse universitarie. L’università, a dire il vero, può diventare molto dispendiosa se si considera che per studiare non sono da pagare esclusivamente le tasse, ma anche il materiale didattico, i libri e talvolta le attività connesse allo studio (costo medio intorno ai 115 euro annuali nonostante possano esserci picchi di 500 euro, soprattutto in corsi di studio come Medicina e Giurisprudenza).

I costi del vivere a Milano

Vivere a Milano vuol dire, inoltre, doversi spostare con i mezzi pubblici. Raramente si trova casa proprio vicino all’università, e anche in quel caso lo spostamento è d’obbligo per le altre necessità quotidiane. Parliamo, quindi dei trasporti, altro fardello nelle economie di uno studente fuori sede.

La cosa più conveniente è avere un abbonamento Atm. Uno studente fuori sede spenderà, quindi, 27 euro al mese in media, anche considerando gli sconti riservati a chi ha meno di 26 anni. Altri trasporti (treni, aerei) servono poi per tornare alla casa natale.

Infine ci sono i divertimenti. Non stiamo parlando dello spendere follie tra club e ristoranti (anche se ci sono anche questi casi), ma anche del semplice abbonarsi a siti di streaming, andare al bar o iscriversi in palestra. Realtà quotidiane che, naturalmente, portano via denaro.

I tentativi per abbattere i costi di una vita da fuori sede a Milano

I modi per risparmiare sono vari. Primo fra tutti il rinunciare ai divertimenti e vivere in maniera quanto più possibile spartana. Si può relativamente risparmiare sui libri, comprando volumi di seconda mano.

Poi ci sono definitivamente altre opzioni, come quella delle università online che consente di studiare grazie all’innovativo metodo dell’ e-learning: lo studio a distanza tramite connessione ad internet che ti consente di studiare da casa e quindi non più da “fuori sede”. La laurea online a Milano è possibile ottenerla con comodità, proprio grazie alle università telematiche come Unicusano.

L’e-learning abbatte costi di affitto, di trasporti e spostamenti e di materiale didattico. Infatti il materiale didattico è compreso nel costo di iscrizione universitaria, mentre lo spostamento è necessario solamente nei giorni di esame.

  • Advertising
Commenti
Loading...