Prezzo degli immobili in calo in tutta Italia, Lombardia in controtendenza

Da anni il prezzo degli immobili continua a calare in tutta Italia e l’unica regione che appare in controtendenza è la Lombardia. Per questo 2020 si prevedono ulteriori cali di prezzo, una situazione alquanto allettante per chi ha intenzione di acquistare. Andiamo quindi ad approfondire tutti i dati di settore, cercando di capire meglio cosa valutare con cura nel caso in cui si voglia comprare un’abitazione.

Immobili e prezzi in discesa: la situazione in Italia e a Milano

Nell’arco del 2019 si sono verificati dei notevoli ribassi relativi ai prezzi degli immobili: i dati di settore parlano infatti di un calo del 2,8%, e tale tendenza in negativo proseguirà anche nel 2020. Le regioni che hanno accusato maggiormente questa diminuzione dei prezzi sono il Lazio, la Liguria, le Marche e la Toscana (-3%), seguite da Veneto e Abruzzo (-2,5%).
L’unica eccezione in questo contesto è la Lombardia, che ha registrato un valore medio rimasto stabile nel tempo. A Milano, in particolare, il prezzo medio per una casa (calcolato su una superficie che si aggira solitamente intorno agli 88 mq) è di 261mila euro, vale a dire 2.960 euro per mq. Si tratta di una media di prezzo piuttosto elevata, preceduta solo da quella della Capitale, dove gli immobili arrivano a superare anche quota 740mila euro nei quartieri più centrali.

Alcuni consigli per chi acquista

Prima di fare il grande passo ci sono tante variabili da prendere in considerazione. Per capire se l’immobile in questione fa al caso proprio, bisogna innanzitutto valutare la sua grandezza e il numero delle stanze e dei bagni, oltre alla presenza di spazi extra come giardino, box auto e cantina; tutti questi fattori sono infatti fondamentali per stabilire se le caratteristiche della casa corrispondono al proprio budget di riferimento, insieme ad altri aspetti come il tipo di abitazione (in condominio o indipendente), il quartiere, il vicinato e così via.
Nella maggior parte dei casi, data l’ingente somma richiesta per l’acquisto di un immobile, chi ha intenzione di comprare ricorre a un mutuo. Nel nostro Paese vengono erogati mutui di importo medio superiore ai 120mila euro della durata compresa tra i 20 e i 25 anni. Un consiglio utile a tal proposito è di informarsi al meglio sulle diverse tipologie di mutuo disponibili, comprendendo ad esempio quali sono le differenze tra mutuo ipotecario e fondiario, così da scegliere quello che più si adatta alle proprie necessità specifiche. Sempre riguardo al mutuo, poi, c’è da considerare la tipologia di tasso più conveniente nel proprio caso: quale scegliere tra variabile e fisso? Nel variabile la rata mensile varierà a seconda dell’andamento di indici come l’Euribor; nel secondo, invece, si andrà a corrispondere sempre la stessa somma, senza aggiunte o variazioni. Considerati i tassi ai minimi storici, può essere una buona idea optare per il tasso fisso, in modo da approfittare della situazione attuale per trarne vantaggio anche in futuro.

Commenti
Loading...