Milano, Google in “Mostra” assieme a Domus Academy in Piazza Gae Aulenti dal 27 settembre

571

Milano, Google in “Mostra” assieme a Domus Academy in Piazza Gae Aulenti dal 27 settembre con TALKING CRAFTS.

Sarà un’installazione di Google in collaborazione con Domus Academy, appositamente studiata e realizzata per esplora le sinergie tra tecnologia e design, il tutto a cura di Google Italia e in collaborazione con Domus Academy – Direzione Scientifica di Fabio Novembre, con la partecipazione di Bitossi, Driade, FontanaArte e Kartell.

Domus Academy prima accademia italiana post-graduate di design e laboratorio di ricerca, e 4 rinomati brand del design Made in Italy: Bitossi, Driade, FontanaArte e Kartell, in mostra dal 27 al 29 settembre 2019 in Piazza Gae Aulenti 12, Milano, con accesso libero dalle ore 10:00 alle 19:00. La mostra sarà aperta al pubblico.

 In un contesto in cui gli assistenti vocali stanno disegnando una forma nuova al modo in cui viviamo la casa, Talking Crafts vuole esplorare le sinergie tra tecnologia e design. L’arrivo dei dispositivi intelligenti ha permesso di utilizzare la voce per interagire con gli oggetti della casa. L’Assistente Google, pensato per integrarsi nell’ambiente domestico in maniera naturale, efficace e armonica, rappresenta appieno questa innovazione.

Ma in che modo la voce prende forma nelle nostre case?

Google lo ha chiesto agli studenti di Domus Academy, che – sotto la guida dell’architetto Fabio Novembre e dei project leader Francesco Dompieri (Studio Nichetto),  Hanna Ehlers  (Lisson Associati) e Francesco Librizzi – nel corso di una maratona creativa di 48 ore hanno immaginato come i dispositivi Google possano integrarsi con gli oggetti più familiari delle nostre case, aumentandone le funzionalità fino a dargli voce. I progetti vincitori sono stati prototipati da quattro autorevoli marchi del design Made in Italy: Bitossi, Driade, FontanaArte e Kartell, e saranno esposti all’interno di Talking Crafts.

Talking Crafts conduce il visitatore attraverso la dimensione stilizzata di una casa, nelle cui “stanze” sono collocate i prototipi realizzati dalle aziende di design italiane sulla base dei progetti degli studenti di Domus Academy.

E’ così che entrando in cucina incontriamo Around, scultura in ceramica disegnata per Bitossi a richiamare un centrotavola: un piatto pensato per contenere alimenti e piccoli oggetti, che si sviluppa in verticale per poi allargarsi a ospitare Google Home Mini, pronto a trasformare per voi le once in grammi, a scoprire quante calorie ha una banana e a mettere una musica soft come sottofondo della vostra cena.

Mentre in salotto il nostro occhio sarà catturato anche da Osmo, il tavolino da soggiorno realizzato per Driade (presente alla mostra con tre prototipi) che replica il movimento dell’acqua attraverso onde scolpite sulla superficie del legno, trasformando  lo smart speaker Google Home Mini in una goccia d’acqua, permettendo di farlo crescere naturalmente attraverso lo spazio che lo ospita.

Ma non è ancora ora di dormire, anche se vi troverete a passare per la camera da letto, dove vi accoglierà anche Ciao Ciao, la specchiera in ferro disegnata per FontanaArte. Vetro e metallo si incontrano armonicamente in questo oggetto, pensato per rispondere alle vostre domande con la voce o con le immagini grazie all’integrazione di Google Nest Hub. E se un tempo avreste chiesto “Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”, oggi potrete chiedere al vostro specchio che tempo farà nel weekend o com’è la situazione del traffico per andare al lavoro.

Allo stesso modo di quello che potranno fare i vostri ragazzi accendendo e spegnendo Bubbella, la bolla bella realizzata per Kartell per ospitare Google Home Mini e essere pronta a mettere in pausa la TV, abbassare le luci prima di andare a dormire o farvi sentire un rilassante suono delle onde mentre vi preparata a cadere fra le braccia di Morfeo.

 

I PROTOTIPI IN MOSTRA

PUFF PUFF

AZIENDA: Driade

Studenti: Aditi VARSHNEI / Chen-Wei CHAO / Joyeeta KAR

La cultura italiana si basa sulla socialità, sulla condivisione e sulla voglia delle persone di stare insieme conversando: nel comportamento culturale italiano stesso è insito un desiderio di connessione. Puff Puff, disegnato per Driade, è un divano a forma circolare che ospita il device Google Home Mini al di sotto di un piano d’appoggio, in un curioso rapporto tra contenitore e contenuto, tra significato e significante. Regalati un momento di relax con Puff Puff, mettiti comodo e lasciati coccolare da uno sfondo sonoro rilassante grazie all’integrazione con Google Home Mini.

 

REWIRED

AZIENDA: Driade

Studenti: Fadi NASR / Stefanny DIAZ / Tsu-Shao LU

Sono le nostre emozioni come la nostalgia a dare un tocco di calore ai prodotti tecnologici.? Rewired richiama all’occhio in chiave pop e moderna i mezzi di comunicazione di una volta, trasformando Google Home Mini in un telefono cablato dall’affascinante alone vintage. Disegnato per Driade, Rewired può essere applicato sul dispositivo così da coprirne il microfono e poter comunicare solo parlando attraverso la cornetta. Breve o lunga che sia la conversazione, con Rewired sei sempre tu ad avere l’ultima parola, in tutte le lingue del mondo.

 

OSMO

AZIENDA: Driade

Studenti: Jayatee BASU / Santiago B. LUNA / Diego GONZALES CASARTELLI

Sebbene rappresentino il naturale e l’artificiale, acqua e tecnologia condividono il movimento. Il design italiano offre a Google la possibilità di riconciliare questi due mondi apparentemente agli antipodi. Osmo è un tavolino da soggiorno disegnato per Driade che, replicando il movimento dell’acqua attraverso onde scolpite sulla superficie di legno, trasforma il dispositivo in una goccia d’acqua che cresce naturalmente nello spazio in cui si trova. Sfiora la sua superficie, lasciati coinvolgere in questo scambio di forme e fatti accompagnare da Google Home Mini alla scoperta del mondo intorno a te, direttamente dal tuo salotto.

 

AMIGLE

AZIENDA: Driade

Studenti: Tzu-Yu LIN / XinYi CAI / XueDong WANG / courtesy of Nikita CHIKIN for final 3D modelling result

Il celebre pensatore dell’antichità Socrate ha contribuito al pensiero filosofico attraverso il suo metodo di indagine: ha sviluppato il dialogo basato sullo strumento critico della confutazione, costruito tramite continue domande rivolte all’interlocutore. “Una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta” diceva, sapendo di non sapere. Dall’importanza del dialogo e della ricerca continua nasce Amigle, una statua disegnata per Driade, che grazie all’integrazione di Google Home “è in grado di darti risposte pratiche ai quesiti della vita di ogni giorno.

 


AROUND

AZIENDA: Bitossi

Studenti: Marlisa MARASCO / Eren KANBAK / Caren SFEIR

La tavola è il luogo di incontro e condivisione per eccellenza della famiglia italiana, dove si prendono le decisioni più importanti. Around, disegnato per Bitossi, è una scultura di ceramica ispirata alla tradizione del design italiano: un monolite verticale con un piatto, pensato per contenere alimenti e piccoli oggetti, che interrompe la struttura in un gioco di sbalzi ed equilibri. In alto, come in un centrotavola, la scultura ospita Google Home Mini, pronto a trasformare per voi le once in grammi, a scoprire quante calorie ha una banana e a mettere una musica soft come sottofondo della vostra cena.

 

CLOUD

AZIENDA: Bitossi

Studenti: Go URANO / Chonthicha UBONKHLI / Purima NOIIM

Le nuvole hanno sempre avuto un’accezione sia fisica che metafisica. Puoi vederle come corpi instabili dalle forme infinite o come metafore di ribaltamenti situazionali dalle forme mutevoli. Cloud, scultura a parete disegnata per Bitossi, racchiude questi significati e li esprime in una forma fisica e poetica che trasmette l’idea di internet come nuvola di informazioni e dati. Il design integra Google Home Mini con la ceramica, creando una forma archetipica e radicale come un’autentica, piccola nuvola nella nuvola, capace di darti informazioni sul meteo della tua città e di quelle che vorrai visitare.

 

CHECKMATE

AZIENDA: Bitossi

Studenti: Anne VAN MUNSTER / Eugenia SANNA / Yada WISATEKAEW

Lo scacco matto è il raggiungimento di uno scopo prefissato. Check Mate, realizzato per Bitossi, unisce tecnologia e tradizione in un totem al tuo servizio, dove ogni pezzo ha un suo significato: il piatto dentato simboleggia la corona; l’elemento a stella rimanda al centipede, con molte braccia ad esprimere la natura multitasking del device; la forma sferica rappresenta la “O” di Google e la base la propagazione delle onde. Google Home lo rende un autentico totem, capace di ricordarti tutti gli appuntamenti della tua giornata.


CIAO CIAO

AZIENDA: FontanaArte

Studenti: Tianzhou CHEN / Nikita CHIKIN / Jef TEERLINCK / He WANG

“Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”. Oggi puoi davvero dialogare con il tuo specchio per risolvere i tuoi dubbi e avere risposte alle tue domande grazie a Ciao Ciao, la specchiera in ferro disegnata per FontanaArte e pensata per rispondere alle vostre domande con la voce o con le immagini grazie all’integrazione di Google Nest Hub. La struttura metallica permette di appoggiare i tuoi effetti personali in maniera semplice, mentre la mensola che ospita il device è agganciata con una calamita alla struttura, pertanto è facile da spostare e posizionare a diverse altezze.

 

VESTA

AZIENDA: FontanaArte

Studenti: Chen-Han YANG / Dario BELLUSSI / Marina POPOVA / Sumanpreet KAUR

Custodi del fuoco domestico, culto che si rinnova ogni giorno con la stessa intensità e regala luce e calore, le vestali ispirano questa lampada da tavolo disegnata per FontanaArte. E proprio come un fuoco, l’intensità della luce di Vesta cambia in base alla voce dell’Assistente Google, regalando la sensazione di una fiamma viva che può essere regolata tramite le eleganti scocche in vetro smerigliato. Affidati a Google Home come alla tua vestale, per impostare la tua sveglia ogni mattina e ricordarti gli impegni quotidiani.


BUBBELLA

AZIENDA: Kartell

Studenti: Hantian LI / Yinan HU / Jung Chen CHEN

Allegra, leggera e pronta a librarsi nell’aria, la bolla di sapone suscita da sempre emozioni di gioia e spensieratezza. Bubbella, la bolla bella, è una metafora poetica disegnata per Kartell che trasforma il simbolo effimero e delicato della felicità in un pezzo d’arte tangibile e duraturo che integra un Google Home Mini con tutte le funzioni dell’Assistente Google. L’originale forma del paralume cattura l’attimo armonioso di una bolla che fluttua a mezz’aria: chiedile di metter su un po’ di musica per farti divertire con la sua luce che si muove al ritmo delle note.

 

Articolo a cura di Lorenzo Chiaro

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...