Milano è la città più green d’Italia

Milano è la città più green d’Italia

Non solo skyline supermoderno: Milano è lanciatissima verso il mondo e se in alcune cose ne segue il trend, per altre – come la moda – detta legge. Non solo mode e tendenze: la capitale meneghina accoglie best practice e si pone a capofila delle città italiane come la più “circolare d’Italia. A farle compagnia sul podio Trento al secondo posto e Bologna al terzo. Lo dice la classifica dei centri urbani più e meno virtuosi sul piano dell’economia circolare – ovvero quell’economia basata sul riutilizzo delle risorse e sulla riduzione degli sprechi, all’insegna dell’eco-sostenibilità – stilata dai ricercatori del Cesisp, il Centro studi in Economia e regolazione dei servizi, dell’industria e del settore pubblico dell’Università di Milano-Bicocca.

A stupire i ricercatori non è stato tanto il divario ormai noto tra Nord e Sud, ma la differenza riscontrata tra Nord e Centro Italia. Le prime città del Centro sono Roma e Perugia che si classificano solamente al 12esimo e 13esimo posto, con un risultato al di sotto della sufficienza, rispettivamente 5,5 e 5,3. I risultati della graduatoria per indice globale di circolarità non sono incoraggianti: solo otto Comuni sui venti in esame riescono a raggiungere un valore di piena sufficienza.

Per la prima volta, infine, la ricerca si sposta sul piano internazionale: il Cesisp ha messo a confronto la città leader della circolarità in Italia, Milano, con altre grandi metropoli europee: Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Copenaghen, Londra, Madrid, Parigi e Praga, utilizzando gli stessi criteri di analisi usati per il contesto italiano. La città più circolare d’Europa è risultata Copenaghen con un punteggio medio di 3,26 su 5. Al secondo posto Parigi (3,21), al terzo Berlino (3,18). Milano è quarta con un punteggio medio di 3,13, lasciandosi alle spalle, tra le altre, Londra e Madrid (sesta e settima).

Stai cercando dei modi per vivere più green e impattare meno sull’ambiente nella routine di tutti i giorni? Ecco cinque consigli da seguire:

  • Al bando gli imballaggi di plastica. Quando facciamo la spesa cerchiamo di comprare prodotti freschi e non confezionati: limitiamoci all’acquisto dei packaging necessari. Per limitare la plastica diciamo no anche a piatti, posate e bicchieri usa e getta.
  • Non sprecare acqua: chiudi sempre i rubinetti mentre ti insaponi, che siano le mani, i denti o i capelli sotto la doccia, non c’è bisogno di avere un flusso d’acqua continuo.
  • Sostituisci le lampadine fulminate con quelle a basso consumo: non faremo solo una scelta green ma vedremo un taglio netto della bolletta.
  • Ricicliamo e ripariamo tutto il possibile. Cerchiamo di aggiustare l’abito scucito, reinventiamo quell’accessorio che non utilizziamo più, aggiustiamo un elettrodomestico che con pochi tocchi potrebbe avere una nuova vita. In questo modo eviteremo di sprecare materie prime, emissioni di CO2 e soldi per la produzione di nuove lavatrici o frigoriferi, quindi ripariamo i guasti se possiamo. Sempre ai fini di risparmi energetici il consiglio è quello di contattare professionisti di cui possiamo fidarci! Se stai cercando tecnici per la riparazione elettrodomestici a Milano scegli SulSicuro.
  • Vai a piedi. Perché utilizzare la macchina per andare in palestra, dove si starà almeno mezz’ora sul tapis roulant? Spostiamoci a piedi! Fa bene alla linea, non inquineremo l’ambiente con i gas di scarico dell’auto e con le emissioni di CO2 dell’apparecchio elettrico per fare sport.
Commenti
Loading...