Il ruolo dell’addetto alla contabilità, una figura cruciale per le aziende

Quella del contabile è una tra le figure professionali più ricercate dalle aziende, trattandosi di un elemento centrale per la gestione di aspetti commerciali, fiscali, giuridici e amministrativi.

 

Il mercato del lavoro odierno è in costante sviluppo ed evoluzione. Per questo motivo è fondamentale formarsi e puntare a posizioni realmente richieste dalle realtà aziendali contemporanee. Una figura cruciale a cui nessuna impresa può rinunciare è quella del contabile, il professionista che si occupa della gestione di numerosi aspetti amministrativi e burocratici.

 

Il sito contabili.it, creato dall’agenzia digitale per il lavoro Jobtech, mette a contatto i talenti del settore alla ricerca di un impiego con le aziende che cercano contabili e impiegati amministrativi in linea con le esigenze del mercato. Ma per quale motivo queste figure professionali sono attualmente tanto richieste e, secondo gli analisti, continueranno a esserlo anche nei prossimi anni?

 

La risposta è semplice: gli addetti alla contabilità hanno un ruolo decisivo all’interno dell’organizzazione delle aziende dal momento che sono responsabili di tutto ciò che afferisce alle operazioni di transazione commerciale e al bilancio dell’impresa stessa. Tra le principali mansioni che competono agli addetti alla contabilità aziendale si annoverano infatti la tenuta dei libri fiscali, la scrittura di report periodici sulla situazione dell’impresa, la stesura e l’analisi del bilancio, la gestione degli adempimenti fiscali e di tutte quelle attività che hanno un impatto diretto sulle attività giuridiche ed economiche dell’azienda.

 

È logico quindi che i candidati che ambiscono al ruolo di contabile devono essere in possesso di competenze tecniche e trasversali. Tra le hard skill, sono imprescindibili la conoscenza dei principali sistemi e strumenti informatici e la padronanza pressoché completa di almeno una lingua straniera (in primo luogo l’inglese). Tra le soft skill più richieste ci sono invece la propensione al problem solving e al multitasking, l’empatia, la predisposizione alla comunicazione e alla pianificazione.

 

L’istruzione minima richiesta per ricoprire il ruolo di contabile commerciale o amministrativo è il diploma di ragioneria o il diploma tecnico di gestione aziendale. Per lavorare presso grandi imprese dall’organizzazione più complessa può invece essere necessaria una laurea in economia aziendale. Lo studio non si deve però fermare a questo. Svolgere al meglio la professione di addetto alla contabilità richiede una formazione costante e continua, che consente di rimanere al passato con le novità del settore. Diventa quindi di grande importanza prendere parte a corsi di aggiornamento e di approfondimento certificati, ideali per incrementare le proprie competenze e migliorare il proprio curriculum.

Commenti
Loading...