Consigli per la scelta di un condizionatore

L’arrivo della bella stagione è ormai alle porte. Addio al freddo, alle giornate “corte” e a quella voglia di restare al caldo della propria dimora per combattere il gelo dell’inverno. Finalmente si può essere baciati dal sole sino a sera, la voglia di uscire di casa aumenta e la primavera, con i suoi colori e sapori, fa capolino nella vita di ciascuno di noi.

 

Dopo la primavera, però, arriva l’estate, la stagione delle vacanze, della voglia di spaparanzarsi in riva al mare per essere baciati dal sole. Il caldo, tuttavia, è a volte eccessivo. E soprattutto negli ultimi vent’anni, complice il surriscaldamento del globo terrestre, le giornate di caldo insopportabile, accompagnate da quella insopportabile e fastidiosa afa, sono aumentate in maniera esponenziale.

 

Come valutare la potenza necessaria

 

Uscire di casa nelle ore più calde, di conseguenza, non è certamente piacevole e, soprattutto nei soggetti più fragili, rischia di creare notevoli scompensi dal punto di vista psico-fisico. In quei frangenti, restare a casa è un imperativo categorico, qualcosa da dover scrupolosamente osservare per tutelare la propria salute. A patto che all’interno delle nostre mura domestiche ci sia, effettivamente, quel refrigerio in grado di implementare il nostro stato di benessere.

 

Ed i condizionatori, in tal senso, rappresentano gli alleati ideali di qualunque soggetto, che può sconfiggere il caldo torrido e godersi le miti temperature della propria abitazione E’ indispensabile, in tal senso, procedere alla scelta di un condizionatore che faccia il caso nostro, in grado di poter rendere maggiormente vivibile la casa e rispetti le caratteristiche della stessa.

 

Valutare la potenza necessaria per raffreddare l’ambiente, è il primo passo da compiere: ogni singolo complesso o abitazione, infatti, presenta una situazione termica specifica e differente. Ad esempio, se nell’edificio è presente un isolamento a “cappotto”, risulterà più semplice rinfrescare l’ambiente. Anche la vivibilità della stanza, ovvero il tempo trascorso nella medesima, incide nella scelta: se trascorriamo molto tempo, è necessario ricorrere ad un condizionatore con maggiore potenza.

 

Lo stesso discorso vale per quelle stanze particolarmente esposte al sole, specie nelle ore meteorologicamente più bollenti, o quelle dove gli infissi e i vetri fanno trapelare troppo calore: anche in questi casi, è assolutamente opportuno ricorrere ad un condizionatore che sprigioni maggiore potenza, al fine di garantire una temperatura gradevole per le persone presenti in quella stanza.

 

Quali sono i condizionatori più efficienti

 

Di norma, i condizionatori più efficienti sono quelli fissi: silenziosi e duttili, sono in grado di mantenere la temperatura costante, evitando i continui spegnimenti e riavvii. Tra questi spiccano quelli a pompa di calore, modelli all’avanguardia che consentono di invertire il loro funzionamento e trasformarli, nelle stagioni più rigide, in un’opzione alternativa al tradizionale riscaldamento.

 

Il fattore “spazio”, per quanto ovvio, riveste carattere prioritario nella scelta di un condizionatore, in quanto consente di scegliere il modello realmente confacente alle nostre esigenze, evitando di incorrere in madornali errori che possono comportare un inutile esborso economico ed uno spreco energetico piuttosto significativo.

 

Comparare i modelli presenti sul mercato in base alla loro effettiva potenza, rappresenta, quindi, il primo indispensabile step da compiere. La capacità di raffreddare o riscaldare una stanza in un’unità di tempo pari a 60 minuti, viene convenzionalmente in BTU, acronimo di British Terminal Unit: maggiore è questo valore, più elevata sarà la potenza refrigerante del condizionatore.

 

La potenza, tuttavia, dev’essere messa in stretta relazione allo spazio: se dovremo refrigerare una stanza di piccole dimensioni, i BTU necessari saranno minori rispetto ad una camera di notevoli dimensioni. Se è necessario installare più condizionatori in diverse stanze, è assolutamente opportuno valutare i BTU e procedere all’acquisto di prodotti diversi tra loro in base alle dimensioni di ogni singolo vano.

Commenti
Loading...