Co.Mark, CONneSSi: il bando per lo sviluppo di strategie digitali

CoNnessi è il nome del nuovo bando a favore dello sviluppo di strategie digitali per i mercati esteri approvato dalla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

L’edizione 2022 del progetto nasce con l’obiettivo di favorire l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese votate all’export attraverso l’implementazione di strumenti di digital marketing.

Quello tra export e digitale è infatti un connubio imprescindibile per le imprese con vocazione internazionale, opinione sul quale concordano da tempo le recensioni degli esperti dedicate al tema dell’internazionalizzazione.

 

La notizia del nuovo bando non ha lasciato indifferenti infatti le voci autorevoli del settore, come Co.Mark, azienda specializzata nel digital marketing e nei servizi di Temporary Management, che ha dedicato un intero articolo del suo blog alla recensione dell’iniziativa, definendola nei suoi commenti un’ottima opportunità per le imprese interessate ad espandersi all’estero.

 

Il bando – precisa Comark nella recensione – si inserisce in uno scenario dove le micro e piccole imprese hanno necessità di un supporto per l’internazionalizzazione e desiderano avvicinarsi agli strumenti digitali. Esigenze a cui la Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi ha pensato di rispondere attraverso la concessione di un contributo a fondo perduto che le aiuti a pianificare in modo efficace strategie di digital marketing per l’estero.

 

Un passo importante – secondo l’opinione di Co Mark – soprattutto in un momento in cui l’export digitale ha assunto più importanza e diventa necessario ottimizzare i canali digitali, dal sito agli e-commerce alle pagine social, per essere efficaci e competitivi sul mercato estero.

 

 

Bando CONneSSi 2022: Destinatari e Spese Ammissibili

 

Il Bando CoNneSSI consiste in un contributo a fondo perduto dal 65% al 70%, finanziabile fino ad un importo massimo di 10.000€, a fronte di un investimento minimo di 5.000€.

A poter usufruire delle agevolazioni sono micro, piccole e medie imprese appartenenti a qualsiasi settore economico che abbiano sede legale e/o sedi iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

 

Le spese finanziabili sono quelle sostenute per tutte le attività o gli interventi messi in atto dalle imprese per migliorare la propria visibilità e aumentare la competitività sui mercati internazionali. Sono incluse dunque tutte le strategie che prevedano l’utilizzo strumenti digitali, come web, social media, video e app per migliorare le relazioni commerciali con l’estero.

 

Nel ribadire la sua opinione sul valore strategico dell’export digitale per le imprese, Co.Mark evidenzia nella sua recensione alcune delle attività più importanti da implementare per espandersi all’estero, che stando ai commenti dell’azienda rientrerebbero a pieno titolo tra le spese finanziabili.

Tra queste secondo la sua opinione vi sono la realizzazione di campagne di promozione sui motori di ricerca, piattaforme social e marketplace, l’ottimizzazione del posizionamento organico sui motori di ricerca, dunque Content e Social Media marketing, Display Advertising, Email marketing, Blogging.

 

Altre spese finanziabili tramite il bando sono la realizzazione di shooting fotografici o video di prodotti per la pubblicazione di un portfolio online, ma anche la traduzione di testi in lingua estera per la redazione e pubblicazione online di schede prodotto, la realizzazione di live streaming commerce sui canali digitali e canoni di inserimento e/o mantenimento su marketplace B2B, B2C e I2C.

 

Oltre a riportare le sue opinioni, l’azienda specifica nei commenti anche le modalità e i termini per accedere al bando: le domande potranno essere presentate dalle ore 9:00 del 20 gennaio 2022 fino alle ore 14:00 del 18 marzo 2022, salvo esaurimento fondi, tramite piattaforma web Telemaco.

 

Per l’accesso ai finanziamenti in fase di presentazione della domanda dovrà inoltre essere comunicato il sito internet aziendale, attivo e operativo, su cui verranno realizzate le azioni sopra elencate. La spesa per gli interventi non dovrà superare il valore complessivo superiore di 10,000 (IVA esclusa).

Commenti
Loading...