A Milano opera il ROS Black-Taxi

586

Milano è la città italiana più vivibile di Italia, a decretarlo la recente indagine del Sole24Ore, ma forse non tutti sanno che nel 2018 Milano si è aggiudicata anche la top ten a livello mondiale per la qualità dei trasporti. Questa volta a rivelarlo è stata l’indagine condotta da McKinsey, la società internazionale di consulenza che ha raccolto dati pubblici, intervistato circa 400 persone e valutato principalmente cinque fattori: disponibilità, costi, efficienza, comodità e sostenibilità.

In questo ecosistema opera Rosario, un ragazzo di 26 anni che, con un diploma di ragioneria in mano ed una passione innata per la guida delle auto che ha scelto di farne una passione diventando autista di taxi Malpensa privato, più correttamente chiamato N.C.C. (Noleggio Con Conducente).

“Cominciai tre anni fa come semplice autista, dopo aver conseguito i requisiti professionali (patente C.A.P. KB e iscrizione al ruolo dei conducenti), presso una società NCC di Milano e dopo aver maturato una esperienza annuale – ci spiega Rosario – ho scelto di mettermi davvero in gioco, con tutti i miei risparmi, aprendo la mia ditta individuale con licenza di noleggio con conducente propria; scelta molto azzardata in un periodo storico di incertezze e crisi economica. Ma la passione per questo lavoro e la voglia di affermarmi mi hanno motivato e fatto superare le paure”.

Gli inizi per Rosario sono stati duri, ma con la determinazione e la costanza che lo contraddistinguono ha ottenuto i primi contatti e, dalla soddisfazione dei clienti, i primi risultati. La Compagnia ROS Black-Taxi in breve tempo è cresciuta, conquistando la fiducia dei fruitori del servizio che, grazie al passaparola ed alle recensioni super positive dei social, hanno decretato il successo di un servizio di qualità che si basa su quattro pilastri fondamentali:

-professionalità: tutti gli autisti della ROS Black-Taxi sono altamente qualificati;

-trasparenza: i prezzi sono sempre concordati prima del trasferimento;

-onestà: questo è il principio che contraddistingue ROS Black-Taxi sul mercato;

-serietà: “il nostro interesse è il Vostro interesse” rivendicano orgogliosamente.

Per il 2019 Rosario ha le idee più che chiare su come far crescere il proprio business, dal punto di vista fiscale passa dal regime forfettario a quello ordinario (se il primo garantiva alcune agevolazioni fiscali è pur vero che non era esente da limitazioni in termini di espansione volume d’affari).

Ma lo spauracchio più grande nel nuovo anno è dato invece dal decreto legge “mille proroghe” che rischia di compromettere sia i sogni di Rosario sia di altre 80.000 imprese N.C.C., compromettendo o peggio eliminando il lavoro di 200.000 lavoratori che fanno parte questa categoria, ci racconta preoccupato.

“Purtroppo secondo una delle tante modifiche apportate con questo decreto, al solo scopo di arrecare danno alla categoria, per ogni servizio che un veicolo NCC effettua sono obbligatori la partenza e il ritorno in rimessa o sede operativa, con la inevitabile conseguenza di:

-perdere numerose prenotazioni;

-inquinare molto di più l’ambiente facendo tanti più chilometri inutilmente;

-cedere i propri clienti – conquistati con fatica –  al taxi di turno.

Penso che questa legge sia stata scritta e approvata da persone che non hanno davvero ben presente i veri problemi e le conseguenze che essa stessa porterà – fa sapere Rosario, aggiungendo – Il clima tra gli operatori è triste e si sposa con una sconsolazione di chi tanto ha gridato aiuto manifestando in maniera civile e chiedendo aiuto a Politici e Trasmissioni Televisive come “Le Iene””.

“La trasmissione diverso tempo fa aveva più volte affrontato la questione Taxi/NCC mettendo in luce numerosi aspetti, il primo fra tutti: il rifiuto dei tassisti di accettare qualsiasi tipo di concorrenza nel settore e la loro autorizzazione legale a emettere ricevute che non hanno alcun valore fiscale. Non c’è da stupirsi quindi se, nell’ultimo servizio de “Le Iene” al riguardo, con l’intervista all’attuale Ministro dei Trasporti Toninelli sulla questione in oggetto, si è riscontrato ancora una volta disinteresse e disinformazione della Politica, che emana decreti legge deleteri e mortali per una intera categoria in continua crescita e fruttuosa per il nostro paese”.

“Da parte mia – afferma Rosario – non mi resta che attendere come evolverà la situazione nei prossimi tre mesi, e sperare di poter continuare a svolgere la mia professione onestamente e senza impedimenti governativi privi di alcun senso. Per concludere vorrei solamente ricordare al Ministro dei Trasporti, la ricchezza che la nostra categoria apporta al paese, dando lavoro a meccanici, distributori, fornitori vari e non ultimo, lui stesso con i nostri contributi”.

Per farla breve il ROS Black-Taxi (e tutti gli altri NCC operanti), seppur tra mille difficoltà fanno muovere sia i clienti che l’economia di Milano e dell’Italia intera. Quando andremo a prenotare il ROS Black-Taxi per raggiungere la nostra prossima meta pensiamo anche a questo, per assicurare un futuro lavorativo a Rosario e per continuare a cavalcare, anche nel nuovo anno, quei trend positivi che hanno portato Milano a scalare la vetta delle classifiche.

  • Advertising
Commenti
Loading...