Frosinone, danneggiamento, violazione di domicilio, invasione di edifici privati e possesso di arnesi da scasso

Coinvolti tre giovani tunisini fuggiti durante il controllo e un 30enne italiano già noto alle Forze dell'Ordine

Frosinone, il personale del Reparto Volanti della Questura ha denunciato per danneggiamento, violazione di domicilio ed invasione di edifici privati, in concorso, tre giovani tunisini, in danno di un loro connazionale.
L’uomo, accortosi che i connazionali si erano stabiliti senza il suo consenso presso l’appartamento di sua proprietà, ha avvertito prontamente la Polizia di Stato, che è intervenuta nell’immediatezza. Nel frangente gli occupanti abusivi si sono rapidamente dileguati.
Ricostruito l’accaduto, gli agenti si sono messi subito sulle tracce di quei fuggitivi, che sono stati fermati ed identificati presso la stazione ferroviaria.
Per loro è scattata la denuncia.
Deferito all’Autorità Giudiziaria anche un italiano di 30 anni per possesso di arnesi atti allo scasso. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine per pregiudizi di polizia, è stato fermato mentre percorreva a bordo di un’auto sportiva via Casilina Nord. Ben occultati all’interno del veicolo sono stati rinvenuti e sequestrati, tra le altre cose un martello, un piccone, un paio di cesoie, uno scalpello, una chiave esagonale ed una torcia led.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...