Rientrano in Italia dalla Romania quattro ricercati internazionali accusati a vario titolo di prostituzione e furto

Sono rientrati oggi in Italia dalla Romania presso l’aeroporto di Ciampino quattro cittadini rumeni ricercati dall’autorità giudiziaria italiana ed arrestati nel Paese balcanico grazie alla collaborazione con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, attraverso il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) della Direzione Centrale della Polizia Criminale guidata dal prefetto Vittorio Rizzi.

I quattro arrestati sono:

  • C. O. 34enne, arrestato dalla polizia rumena sul treno Brasov-Budapest il 30 gennaio in quanto ricercato dalla DDA di Reggio Calabria per istigazione e sfruttamento della prostituzione;
  • P. M. 54enne, arrestato il 17/02/2022 a Craiova delle unità FAST (Fugitive Active Serching Team) rumena e italiana perché destinatario di un MAE emesso dal GIP di Milano per associazione a delinquere finalizzata alla truffa come membro di una organizzazione criminale tesa a favorire l’indebita percezione del reddito di cittadinanza e del reddito di emergenza da parte di persone prive dei requisiti. L’attività illecita posta in essere dall’organizzazione di cui il P.M. era elemento di spicco, ha permesso di ottenere al sodalizio criminale un indebito profitto quantificato in oltre 20 milioni di euro, mentre le domande falsificate depositate ma non ancora deliberate avrebbero consentito un ulteriore perdita per le finanze italiane di ulteriori 60 milioni di euro. L’arresto insieme a quello già effettuato sempre in Romania il 30 dicembre 2021 di altro membro dell’organizzazione criminale, ha concluso a livello internazionale una più vasta operazione della Guardia di Finanza di Cremona denominata “EASY MONEY” che nel novembre 2021 ha consentito di eseguire in Italia ulteriori 16 misure restrittive;
  • R. G. 36enne arrestato l’1/03/2022 a Tergoviste grazie all’intervento del FAST team rumeno prontamente attivato dall’omologo italiano in quanto ricercato dall’autorità giudiziaria di Roma nell’ambito di una più vasta operazione denominata “Scacco alle torri” e condotta dai Carabinieri della Compagnia di Roma Centro, con il supporto per la parte internazionale dello SCIP, che ha visto l’emanazione di 11 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti ad una organizzazione criminale specializzata nella commissione di furti seriali in appartamenti e negozi griffati del centro città, ottenendo ingenti somme di denaro direttamente dai furti o dalla rivendita delle merci di lusso trafugate.
  • P. I. 36enne arrestato il 22/02/2022dalla polizia rumena di Iasi poiché ricercato dall’autorità giudiziaria italiana per furto aggravato.

All’arrivo gli arrestati, scortati da personale dello SCIP, sono stati presi in consegna dalla Polizia Penitenziaria che effettuerà l’accompagnamento presso i luoghi di detenzione assegnati a ciascuno per essere messi a disposizione delle competenti autorità giudiziarie.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...