Coronavirus, Malpensa: 18.000 test effettuati dal 19 al 30 agosto

Varese, Ferno-Somma Lombardo/Va, 31 agosto “Una macchina efficiente, rodata e pronta, anche qualora il Governo decida di effettuare i tamponi anche a viaggiatori provenienti da altre nazioni oltre a Spagna, Grecia, Croazia e Malta”. Così l’assessore al Welfare di Regione Lombardia durante il sopralluogo, in mattinata, al punto tamponi all’aeroporto di Malpensa.

Un lavoro straordinario

“Una realtà – ha sottolineato l’assessore – che sta svolgendo un lavoro straordinario. Grazie agli operatori dell’Ats Insubria e delle Asst Valle Olona e Sette Laghi. Nonché delle aziende sanitarie di quell’area del territorio lombardo, presenti con i loro infermieri”.

Pochi minuti per il tampone, esito via mail

“Grazie alle prenotazioni online e alle preregistrazioni – ha rimarcato l’assessore lombardo – in pochissimi minuti le persone riescono a fare tutto. Dall’accettazione, grazie al codice ottenuto online, in 1 minuto di orologio vengono stampate le etichette e viene detto alla persona che il risultato del tampone verrà fornito sulla mail che ha lasciato e nei gazebo si esegue il tampone”.

Quasi 18.000 tamponi in 11 giorni

“Per dare l’idea del lavoro – ha detto l’assessore al Welfare – basti pensare che, solo dal 19 di agosto, in 11 giorni, abbiamo fatto 17.825 tamponi soltanto a Malpensa con 43 positivi (0.24%). Di questi 2 provenienti da Croazia, 14 dalla Grecia e 27 dalla Spagna. Territorialmente 2 della provincia di Bergamo, 1 di Como, 3 di Monza e Brianza, 2 di Varese, 2 di Pavia, 29 di Milano, 1 di Bologna, 1 di Roma, 1 di Livorno e 1 di Torino”.

Domenica 30 agosto 2.000 test

“L’efficienza della macchina – ha evidenziato l’assessore – ci consente numeri importanti. Solo domenica 30 agosto abbiamo fatto 2.000 tamponi. Quindi siamo l’hub aeroportuale che fa il maggior numero di test al giorno in Italia. E questa – ha continuato – è una dimostrazione di efficienza anche del sistema lombardo”. “Ci siamo organizzati e, dopo l’ordinanza ministeriale – ha spiegato – abbiamo prima di tutto pensato a prevedere un sistema che consentisse a tutti coloro che arrivano, con i treni, con le macchine, con i pullman, di poter prenotare il proprio tampone e farlo nei tantissimi ambulatori distribuiti sul territorio lombardo. E poi abbiamo organizzato le postazioni negli aeroporti che intercettano il 20 per cento di coloro che tornano in Lombardia”.

A Linate 1.837 tamponi, a Orio al Serio 3.711
“Il bilancio – ha affermato – dopo le prime settimane è estremamente positivo. A Linate si fanno a tutti coloro che arrivano e, al 30 agosto, ne avevamo fatti 1.837. Con 12 positivi (0.65%). A Orio al Serio con i drive through che ci sono alla Fiera li si fa a moltissime persone. Alla serata di domenica 30 agosto erano 3.711 i tamponi effettuati e 33 i positivi (0.88%)”.

Cittadini tengano alta la guardia

“Il virus è arrivato da noi come una bomba atomica – ha poi concluso l’assessore – che noi abbiamo dovuto affrontare per primi e abbiamo avuto una grande capacità di reazione. Mi appello ai cittadini affinché, anche in questa fase, tengano alta la guardia”. (LNews)


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...