Genova, ruba la birra sul posto di lavoro e il capo lo licenzia, lui lo minaccia col coltello: 33enne arrestato

Genova, ruba la birra sul posto di lavoro e il capo lo licenzia, lui lo minaccia col coltello: 33enne arrestato.

La Polizia di Stato ha arrestato un 33enne per tentata rapina aggravata. Ieri mattina il proprietario di un ristorante della zona Di Negro ha chiamato il 112 lamentando continui furti da parte di un suo dipendente che in quel momento era con lui al lavoro. Prevedendo un possibile diverbio tra i due, la sala operativa ha inviato una volante al locale a scopo cautelativo.

All’arrivo degli agenti il 33enne, che stava uscendo dal locale con le mani ferite, ha ammesso di aver avuto un diverbio col titolare. Quest’ultimo riscontrando da tempo alcuni ammanchi di merce lo aveva redarguito e subito dopo si era accorto che il dipendente, giunto al lavoro già in stato di ebbrezza, aveva asportato una birra dal frigo bevendola di nascosto. Comunicandogli che sarebbe stato licenziato lo ha invitato a lasciare il locale. Il 33enne dopo aver rubato altre birre è uscito dalla porta sul retro per poi rientrare, afferrare un coltello dal banco della cucina e minacciare il datore di lavoro, che è fuggito.

In assenza del titolare l’uomo ha tentato di appropriarsi anche di alcune bottiglie di alcolici e quando la cameriera ha provato a fermarlo l’ha ferita lievemente con un tappo metallico.
I poliziotti lo hanno bloccato all’uscita del ristorante e, dopo gli atti di rito, condotto al carcere di Marassi in attesa di convalida.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...