fbpx

Milano: la sfilata di Diesel, la sessualità in tutte le sue forme, senza giudizio o discriminazione

la sfilata di Glenn Martens di mercoledì 22 febbraio

Milano: la sfilata di Diesel, la sessualità in tutte le sue forme, senza giudizio o discriminazione.

«Diesel sta per democrazia», come «scelta e sex positivity come diritto umano». La nuova collezione di Glenn Martens si propone provocatoriamente su uno sfondo di un’imponente montagna di Durex al centro della passerella, evocando «Libertà, piacere, sperimentazione, gioco»: l’accettazione della sessualità in tutte le sue forme, senza giudizio o discriminazione. Visibili i principi che guidano la creatività del direttore artistico di Diesel riflessi in modo indissolubile nei codici estetici distintivi del marchio, creando un’immagine di moda unica e riconoscibile. Il denim è uno di questi codici, e viene utilizzato con un approccio sperimentale per creare capi unici e distintivi. La pelliccia upcycled è un altro elemento importante, che rappresenta l’impegno di Diesel per la sostenibilità e l’etica nella moda. Le pelli consumate in stile vintage, le giacche biker e le borse 1DR sono altri elementi iconici dell’immagine di Diesel, che hanno guadagnato un posto speciale nel cuore dei fan del marchio. A promuovere l’idea del sesso come esperienza positiva, aperta e sicura, nella quale ogni individuo può esprimersi liberamente e senza pregiudizi, le stampe colorate e le tute di pelle aderenti, gli slip dress in satin lucente e body-jewels.
Secondo Glenn Martens la sua collezione dedicata alla sex positivity è la «più condensata e concentrata; più cresciuta, divertente, forte e giocosa», andando a contrastare le recenti statistiche sulla diminuzione dell’attività sessuale, attribuita a fattori come l’incertezza lavorativa o l’insicurezza.

Milano: la sfilata di Diesel, la sessualità in tutte le sue forme, senza giudizio o discriminazione

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp
×