MILANO FASHION WEEK 2019: LE NUOVE TENDENZE

1.064

Volge al termine oggi la settimana della moda milanese.

Dal 19 al 25 febbraio, le più importanti maison di moda hanno anticipato le nuove tendenze per la prossima stagione invernale, presentando i look della collezione Moda Donna Autunno Inverno 2019-2020.

Ad arricchire il calendario delle sfilate, numerosi eventi e party esclusivi.

Immancabili gli ultimi saluti a Karl Lagerfeld, kaiser della moda e delle passerelle, venuto a mancare proprio durante la settimana più glamour dell’anno. Fendi ha voluto ricordare il suo direttore creativo presentando l’ultima collezione da lui disegnata dai tagli asimmetrici, con gonne leggerissime e giacche laserate.

Con il claim “One house, different voices”, Moncler Genius ha proposto un nuovo modello di comunicazione, basato sulle diversità del consumatore contemporaneo. Il 20 febbraio, con un exhibition-event ha presentato le visioni creative di Pierpaolo Piccioli & Liya Kebede, Sergio Zambon e Veronica Leoni per 2 Moncler 1952, Sandro Mandrino per 3 Moncler Grenoble, Simone Rocha, Craig Green, Matthew Williams di 1017 ALYX 9SM, Richard Quinn, Fragment by Hiroshi Fujiwara, Palm Angels by Francesco Ragazzi e Poldo Dog Couture.

Innovativa l’idea di Moschino che ha proposto una sfilata-evento a tema quiz televisivo, per presentare la sua collezione autunno/inverno. Protagonisti del gioco? Irina Shayk, Kaia Gerber e Bella Hadid ma anche frigoriferi, automobili, attrezzi da palestra e orologi a pendolo, immersi in un’atmosfera di luci colorate e tende di maxi-paillettes dorate.

A destare grande stupore è stato invece l’accostamento cromatico, da sempre discusso, proposto da Giorgio Armani: quello del nero con il blu. La sfilata si è tenuta presso l’Armani Silos, lo spazio espositivo del brand, e non nel grandioso Armani Teatro come di consueto, creando un’atmosfera più intima.

Re Giorgio ha presentato pantaloni da cavallerizza e giacche profilate da onde, creando un contrasto tra velluto e altri tessuti più lucidi.

Autenticità e concretezza sono invece le parole d’ordine alla base della collezione proposta da Paul Andrew, direttore creativo del marchio fiorentino Salvatore Ferragamo. Ma ad attirare l’attenzione sono prevalentemente i due must have, già avvistati anche su altre passerelle: i sandali con il calzino e gli stivali.

La “regina delle rose” Anna Molinari ha dato sfoggio al suo lato romantico, passando dal pizzo nero, all’animalier, a ricami di paillettes e oro e, immancabilmente, a fiori, rigorosamente rossi, su abiti di chiffon.  “Questa collezione è la quintessenza dello stile Blumarine, del suo immaginario, dei suoi sogni e delle sue atmosfere. È la mia storia, declinata con passione”.

Si è chiusa oggi una Milano Moda Donna sui generis, dopo 60 sfilate, 81 presentazioni e 33 eventi, per un totale di 173 collezioni Autunno/Inverno. Settimana della moda segnata dalla prima sfilata nella storia di Benetton e da innovativi street show.

Con l’obiettivo di enfatizzare la bellezza naturale della donna, a sfilare sulle passerelle è stata la semplicità.

Una Fashion Week con due facce: da un lato improntata sul cambiamento e sull’innovazione e dall’altro più conservatrice e tradizionale.

Foto a cura di Mario Merone PH


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...