fbpx
CAMBIA LINGUA

WOODWIDEWEB: Il nuovo appuntamento della rassegna Letture su Po

La quarta edizione venerdì 8 settembre in Lungo Po Europa.

WOODWIDEWEB: Il nuovo appuntamento della rassegna Letture su Po.

A Cremona, il piccolo anfiteatro accanto al Lungo Po Europa accoglierà, venerdì 8 settembre, alle ore 18:00, uno degli appuntamenti finali all’aperto della rassegna Letture sul Po, iniziativa giunta alla quarta edizione e nata dalla collaborazione tra il Comune di Cremona ed i Comuni del PLIS (Parco Locale di Interesse Sovracomunale) del Po e del Morbasco. La partecipazione è rivolta a tutti ed è libera e gratuita.

In questa cornice naturale, tra querce, pioppi ed altre specie tipiche del Parco, sarà possibile contemplare il lento procedere del fiume, a pochi passi da uno dei luoghi preferiti dai cremonesi, mentre la naturalista Maria Cristina Bertonazzi, nell’ambito di una performance a due voci con l’attore Massiliano Pegorini, illustrerà ai presenti il complesso mondo della comunicazione del mondo vegetale, un vero e proprio woodwideweb tra alberi, fiori e piante. Il tutto sarà accompagnato dal suono della viola di Angela Alessi, che guiderà i partecipanti all’interno di un vero e proprio viaggio multisensoriale alla scoperta dell’ecosistema tipico delle sponde del Po e dei linguaggi nascosti delle specie che lo abitano.

Il Wood Wide Web è una sorta di rete comunicazione un po’ simile a quella del world wide web dei nostri giorni, che si svolge all’interno di micromondi in costante connessione tra loro, usando linguaggi specifici, in un perenne sistema di connessioni finalizzate al mantenimento dell’ecosistema e del mondo in cui viviamo.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Ai partecipanti è consigliato di portare un telo da mare per poter meglio assaporare questo “viaggio”, anche coricandosi e rilassandosi sul prato. Un modo diverso, ma coinvolgente, per raccontare e descrivere con immagini, musica e parole, il fiume, i paesi e le città che attraversa, per riscoprire il gusto di ammirare senza affanni e con semplicità lo scorcio di un paesaggio e la natura nel suo mutare da una sponda all’altra del Po.

L’evento offre così ulteriore spunto di riflessione sul Grande Fiume e su come sia in realtà una bellissima cornice all’interno della quale convivono più specie, in particolare vegetali, in continua comunicazione tra loro ed in equilibrio costante all’interno del più ampio ecosistema della nostra terra.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×