Vicenza, il 7 maggio Wall of Dolls contro il femminicidio

L'inaugurazione all'esedra di Campo Marzo si terrà il 7 maggio alle 16.

Vicenza, il 7 maggio Wall of Dolls contro il femminicidio.

Arriva anche a Vicenza “Wall of Dolls – il Muro delle Bambole contro il femminicidio”, progetto nato nel 2014 a Milano su iniziativa di Jo Squillo e successivamente promosso anche a Genova, Roma, Brescia, Trieste e Venezia.

Nell’esedra di Campo Marzo sarà realizzata un’installazione artistica permanente che riprende una tradizione indiana per cui, ogni volta che una donna subisce violenza, una bambola viene affissa sulla porta della sua casa. Chiunque ha la possibilità di recarsi al “Muro” e appendere la sua bambola, come testimonianza della lotta contro la violenza sulle donne.

Il progetto della Onlus Wall of Dolls è realizzato grazie al coordinamento della psicologa Marina Carlotta Peruzzo e della presidente dell’associazione culturale Pandora Giulia Stella, insieme alle fondatrici Jo Squillo, Francesca Carollo e Giusy Versace e al sostegno dell’associazione Donna chiama Donna in collaborazione con l’ufficio Pari Opportunità e l’assessorato alle politiche sociali.

L’inaugurazione all’esedra di Campo Marzo si terrà il 7 maggio alle 16. Saranno presenti gli assessori con delega alle pari opportunità Valeria Porelli e alle politiche sociali Matteo Tosetto, insieme ai promotori dell’iniziativa.

Vicenza, il 7 maggio Wall of Dolls contro il femminicidio

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...