Vicenza, “Fiori Musicali”, tre incontri fra poesia e musica

Si aprirà il 5 maggio l'edizione 2022 della rassegna curata dal Conservatorio "A. Pedrollo" e dalla Biblioteca Bertoliana

Vicenza, “Fiori Musicali”, tre incontri fra poesia e musica.

Prenderà il via il 5 maggio la quattordicesima edizione dei “Fiori Musicali”, la tradizionale rassegna primaverile di musica e poesia. L’iniziativa, tornata in presenza dopo l’esperienza online dello scorso anno, è promossa e curata dal Dipartimento di Musica antica del Conservatorio “Arrigo Pedrollo” e della Biblioteca Civica Bertoliana.

Teatro dei tre appuntamenti sarà Palazzo Cordellina, sede della Bertoliana, dove i concerti si svolgeranno i primi tre giovedì di maggio a partire dalle 18.

Quest’anno i testi, scelti da Oreste Palmiero, saranno letti ed interpretati da tre studenti, prossimi maturandi, del liceo A. Pigafetta di Vicenza guidati dal professor Giuseppe Longo, che hanno accettato con entusiasmo e passione l’invito posto loro dagli organizzatori.

Si comincia giovedì 5 maggio con English songs at the court of the Queen Elisabeth, che vedrà impegnati Aurelio Cipriani (voce e liuto), Elena Chilese (flauti) e Valentina Fin (soprano), studenti delle classi dei professori Fabiano Martignago e Simone Vallerotonda, docenti rispettivamente di flauto dolce e liuto e anch’essi impegnati nelle esecuzioni.

I testi, tratti da “I racconti di Canterbury” di G. Chaucer e dalla tragedia “Maria Stuarda” di F. Schiller, sono affidati alla lettura di Benedetta Foladore. La parte musicale, invece, prevede l’esecuzione di brani di John Dowland (1563-1626) e della Passacaglia estratta dal Dioclesian di Henry Purcell (1659-1695).

ll concerto di giovedì 12 maggio, dal titolo “Sonate e concerti nelle calli veneziane”, avrà come protagonista la classe di musica d’insieme del professor Fabio Missaggia, i cui allievi (Matteo Rozzi, Elisa Franzini – violino, Silvia Comin – viola, Rolando Moro, Ludovico Armellini – violoncello, Lisa Moroko – cembalo, Serena Peroni – soprano) proporranno l’esecuzione della “Sonata 10. a quattro” di Giovanni Battista Riccio (fine XVI-post 1621), della “Sonata 3. a quattro” di Cesario Gussago (ante 1579-post 1612), di due tempi del Concerto in sol minore per due violoncelli, archi e basso continuo RV 531 e della prima aria del mottetto “In turbato mare irato” per soprano, archi e basso continuo RV 627, quest’ultimi, entrambi di Antonio Vivaldi (1678-1741).

Le letture di Federica Bruttomesso sono estratte da “Storie della mia vita” di G. Casanova e da “Le pietre di Venezia” di J. Ruskin.

L’ultimo appuntamento si svolgerà giovedì 19 maggio e avrà per titolo “Madrigali passeggiati e rotti”. L’ensemble di viole da gamba della professoressa Bettina Hoffmann (composto da Argentina Becchetti, Patrizia Belluzzo, Daniela Colangelo, Adele Serena, Hiroyuki Tabuchi) eseguirà musiche di Orlando di Lasso (1532-1594), Cipriano de Rore (1515ca.-1565), Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525ca.-1594), Francesco (seconda metà XVI–post 1626) e Riccardo Rognoni (1550 ca. 1620), Orazio Bassani (metà XVI-1615) e Girolamo Dalla Casa (?-1601) con le letture proposte da Leonardo Albiero tratte dalle opere poetiche di L. Ariosto, G. B. Strozzi, T. Tasso, G. D’Annunzio, E. Montale e V. Belli.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili e nel rispetto delle norme vigenti anti-covid.

Vicenza, "Fiori Musicali", tre incontri fra poesia e musica

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...