Verona, al Camploy il concerto di Natale è sulle note dei Beatles

Venerdì sera la venticinquesima edizione con un repertorio dedicato ai Fab Four di Liverpool. Ospiti della serata gli allievi dell’Accademia Superiore di Canto. Ingresso gratuito previo ritiro degli inviti da mercoledì mattina all’Urp.

Verona, al Camploy il concerto di Natale è sulle note dei Beatles.

Yesterday, Ob-La-Di Ob-La-Da, Hey Jude e tante altre. La colonna sonora della 25^ edizione del tradizionale concerto natalizio che la Big Band Ritmo-Sinfonica “Città di Verona” terrà venerdì 23 dicembre alle 21.15 al Camploy, sarà con la musica dei Beatles.
Questo concerto è un appuntamento ormai consolidato per la città – dice l’assessora alla Cultura Marta Ugolini -. Un concerto in presenza all’insegna della gioia, con un repertorio che prevede anche momenti di improvvisazione. Ringrazio la Direzione Spettacolo del Comune di Verona che rende possibili questi eventi, quindi vi aspettiamo, tutto il teatro Camploy sarà a disposizione della cittadinanza, e ci auguriamo di trascorrere una bella serata”.
Beatles in Swing” è il titolo della serata tutta da gustare e da cantare insieme, con 15 brani riadattati e reinterpretati dalla Big-Band che, dal 1998, dedica il concerto di Natale ad artisti o band che hanno scritto la storia della musica. Un’occasione per festeggiare anche i 60 anni dei Fab Four dal momento che il 5 ottobre del 1962 usciva “Love me do”, il loro primo 45 giri composto da Paul McCartney, John Lennon e registrato negli Abbey Road Studios di Londra. Da allora, insieme a George Harrison e Ringo Starr, hanno composto canzoni che tutt’ora sono fonte di ispirazione di ogni musicista e sanno sprigionare ricordi ed emozioni a chi le ascolta.
Quello di venerdì sera dunque sarà un appuntamento da non perdere, impreziosito anche dalla partecipazione degli allievi dell’Accademia Superiore di Canto, alcuni dei quali frequentano il Dipartimento Jazz del Conservatorio Musicale di Verona.
Come da tradizione lo spettacolo, che quest’anno si inserisce all’interno dell’8^ edizione della rassegna rassegna La Città del Jazz, è a ingresso gratuito, previo ritiro degli inviti fino ad esaurimento, agli uffici dell’URP – Relazioni
con il Pubblico in via Adigetto, 10, dalle 9 di mercoledì 21 dicembre. Inoltre si potrà partecipare gratuitamente, senza invito, alle prove generali di mercoledì 22.
L’evento è stato presentato questa mattina in sala Arazzi dall’assessora alla Cultura Marta Ugolini, per l’associazione Big Band Ritmo Sinfonica “Città di Verona” dal presidente Paolo Girardi e dal direttore artistico Marco Pasetto, e dalla direttrice dell’Accademia Superiore di Canto Karin Mensah.
Per noi questa 25^ edizione è come un Giubileo – ha affermato il presidente Girardi -. Dal 1998 proponiamo un repertorio differente, cercando idee nuove, e quest’anno abbiamo la collaborazione dell’Accademia Superiore di Canto. Abbiamo infatti in progetto di fare musica d’assieme con i ragazzi e proseguire la collaborazione con il Comune”.
Tutti conoscono i Beatles – esordisce il direttore artistico Pasetto – e noi daremo un taglio jazzistico con improvvisazione, rilettura e curando gli arrangiamenti di 15 brani scelti su un repertorio di 200. Ci sentiamo vicini all’eclettismo dei Beatles, anche noi spaziamo tra generi musicali, una fonte di ispirazione per tutti. Interessante poi sarà la dimensione vocale attraverso i giovani cantanti che parteciperanno”.
La nostra Accademia si occupa di formazione vocale – spiega la direttrice Mensah – non solo riguardo alla tecnica. I ragazzi stanno insieme, partecipano a laboratori coltivando la loro passione, e siamo contenti che abbiano la possibilità di esibirsi con una Big-Band così importante e di prestigio”.
Verona, al Camploy il concerto di Natale è sulle note dei Beatles

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...