Trieste, inaugurata la mostra “La scultura nelle raccolte del Museo Revoltella. Da Canova al XXI secolo”

Domani, giovedì 3 novembre, San Giusto, Patrono di Trieste, al Museo Revoltella di via Diaz 27, sarà inaugurata (alle ore 12.00) la mostra “La scultura nelle raccolte del Museo Revoltella. Da Canova al XXI secolo”. Per tutta la giornata, a partire dalle ore 13.00 e fino alle ore 21.00, la rassegna espositiva e il Museo potranno essere visitati gratuitamente.

Trieste, inaugurata la mostra “La scultura nelle raccolte del Museo Revoltella. Da Canova al XXI secolo”.

Fondato nel 1872 per volontà del Barone Pasquale Revoltella, personaggio fra i più rappresentativi della Trieste imperiale che nel suo testamento dispose di lasciare alla città il suo palazzo e la sua vasta collezione d’arte, il Museo Revoltella è la più antica Galleria pubblica in Italia specificamente dedicata all’arte moderna. “Un edificio di artistico merito, – nelle parole dello stesso Barone – il quale serva di abbellimento alla città e di sprone a coltivare le arti belle”.

Nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dalla fondazione, il Museo propone, a partire dal 3 novembre, la grande esposizione “La scultura nelle raccolte del Museo Revoltella. Da Canova al XXI secolo”, un ricco e multiforme percorso che valorizza la straordinaria collezione scultorea custodita dal Museo (che conta oltre 200 pezzi). In mostra, circa sessanta opere in marmo, pietra, bronzo, terracotta, cera, ceramica, legno e tessuto, rappresentative degli sviluppi artistici del territorio italiano ed europeo dal Primo Ottocento al XXI secolo, alcune delle quali inedite.

Fin dalle origini, nel progettare la sua prestigiosa dimora, Revoltella rivelò una netta propensione per la “forza rappresentativa della scultura” e attraverso un meditato programma di decorazioni scultoree realizzò un vero e proprio percorso formativo, in grado di raccontare, al contempo, la storia di Trieste e il ruolo della cultura nel progresso della società.

Il continuo incremento del patrimonio artistico, dal 1872 a oggi, e una politica delle acquisizioni volta, fin dalle origini, a documentare equamente la produzione locale, italiana e straniera, fanno del Museo Revoltella uno fra i più importanti riferimenti per l’arte moderna e contemporanea. Il nuovo percorso espositivo si snoda attraverso i sei piani del Museo e prevede un riallestimento consistente di alcune sezioni dell’esposizione permanente. Costituiscono un elemento imprescindibile del programma di valorizzazione della raccolta scultorea anche i significativi interventi di restauro, realizzati per l’occasione insieme alla Soprintendenza locale. Un grande investimento culturale ed economico del Comune di Trieste per il “suo” Museo Revoltella, che vede rinnovati spazi e allestimenti e riportate alla luce e restaurate opere a lungo nascoste nei depositi.

La mostra sarà visitabile fino al 25 aprile 2023 tutti i giorni, escluso il martedì, dalle 9.00 alle 19.00. Il biglietto è compreso in quello d’ingresso al Museo (intero 7 euro, ridotto 5). Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a: [email protected] o consultare il sito www.museorevoltella.it.

Trieste, inaugurata la mostra “La scultura nelle raccolte del Museo Revoltella. Da Canova al XXI secolo”

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...