fbpx

Trieste, Giorno del Ricordo 2024, presentato il programma degli eventi, la cerimonia solenne al Sacrario della Foiba di Basovizza

sabato 10 febbraio alle ore 10:30

Trieste, Giorno del Ricordo 2024, presentato il programma degli eventi, la cerimonia solenne al Sacrario della foiba di Basovizza

Questa mattina (6 febbraio) nella Sala conferenze del Museo d’Arte Orientale sono state presentate le manifestazioni promosse dal Comune di Trieste in collaborazione con il Comitato per i Martiri delle Foibe in occasione della ricorrenza del Giorno del Ricordo 2024, quest’anno ancora più rilevante in occasione del ventesimo anniversario della sua legge istitutiva (L. 30/2004).

Le iniziative sono state illustrate dall’assessore alle Politiche della cultura e del turismo, Giorgio Rossi, e dal presidente della Lega Nazionale e del Comitato per i Martiri delle Foibe, Paolo Sardos Albertini.

Il Giorno del Ricordo si celebra il 10 febbraio di ogni anno in memoria delle Vittime delle Foibe, dell’Esodo Istriano, Fiumano, Giuliano e Dalmata e delle vicende del confine orientale. Istituito nel 2004, rappresenta un momento di riflessione e silenzio su una delle tragedie del Novecento.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Trieste, Giorno del Ricordo 2024, presentato il programma degli eventi, la cerimonia solenne al Sacrario della Foiba di Basovizza

La data prescelta è il giorno in cui, nel 1947, furono firmati i trattati di pace di Parigi, che assegnavano alla Jugoslavia l’Istria, il Quarnero, la città di Zara con la sua provincia e la maggior parte della Venezia Giulia, in precedenza facenti parte dell’Italia.

Ha introdotto la conferenza alle Politiche della Cultura e del Turismo, Giorgio Rossi “La tragedia dell’esodo istriano ha coinvolto la quasi totalità della popolazione, circa 360 mila persone che hanno lasciato i propri affetti e i propri cari. Purtroppo, ormai, sono rimasti solo pochissimi testimoni di quella vicenda ma c’è una seconda e una terza generazione, oltre a tante istituzioni, che porta avanti il ricordo di questa tragedia. Una tragedia a cui non abbiamo partecipato solo noi ma anche i popoli vicini, sloveni e croati”.

“Oggi presentiamo la Giornata del Ricordo avvalendoci di 21 giornate di commemorazioni, di 24 eventi e 6 visite guidate in Porto Vecchio, ora Porto Vivo, l’apertura del Museo di Carattere Nazionale CRP di Padriciano e il prolungamento dell’orario di apertura del Centro di Documentazione del Sacrario della Foiba di Basovizza – ha continuato l’assessore Giorgio Rossi -. C’è un processo di pacificazione importante in atto, soprattutto grazie al lavoro del sindaco Roberto Dipiazza, iniziato con il concerto dei tre Presidenti, Italia, Slovenia e Croazia in piazza Unità d’Italia e più recentemente con l’incontro del Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica di Slovenia Borut Pahor, mano nella mano, davanti alla foiba di Basovizza”.

“Le vittime italiane del massacro nel ’45 vanno ricordate assieme al gran numero di sloveni e croati che hanno subito la stessa sorte, la sofferenza deve essere un patrimonio comune”.

Il presidente della Lega Nazionale e del Comitato per i Martiri delle Foibe, Paolo Sardos Albertini ha sottolineato come a Trieste si sia sempre saputo dell’esistenza delle foibe, al contrario di tanti parti d’Italia dove non si sapeva nulla.

“Io penso – ha detto Paolo Sardos Albertini – ai tanti fratelli esuli a Milano, Bologna o in altre città e alla loro rabbia difronte al fatto che nessuno era a conoscenza della vicenda dell’esodo”.

“Questa è stata una tragedia che ha visto coinvolti cittadini italiani costretti all’esodo perenne con la relativa perdita di una parte del territorio nazionale, e questo è successo non solo a noi ma a tutti gli italiani” .

La Foiba di Basovizza – Monumento Nazionale di Trieste rappresenta in Italia il luogo della memoria più rilevante in questa ricorrenza e, come ogni anno, anche nel 2024 sarà sede di una partecipata cerimonia nella mattinata di sabato 10 febbraio.

Le celebrazioni inizieranno alle ore 9.30 alla Foiba di Monrupino con la deposizione di due corone d’alloro: una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Prefettura di Trieste e del Comune di Trieste; una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Lega Nazionale e delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani Dalmati.

Alle ore 10.30 presso il Monumento Nazionale della Foiba di Basovizza si terrà la tradizionale cerimonia commemorativa con la presenza delle autorità.

Per facilitare la partecipazione alla cerimonia al Sacrario della Foiba di Basovizza, sarà predisposto, a cura della Lega Nazionale con la collaborazione di Trieste Trasporti, un servizio di trasporto gratuito che partirà da piazza Oberdan (lato Consiglio Regionale) alle ore 9.00 di sabato 10 febbraio per fare rientro a Trieste a fine cerimonia (intorno alle ore 12.30).

Info e prenotazioni: 040 365343 – 348 5166126 – info@leganazionale.it.

Di seguito il calendario delle attività culturali organizzate dalle varie associazioni coinvolte, che si terranno per tutto il mese di febbraio e fino al 23 marzo (come da programma allegato).

Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito e libero fino a esaurimento posti.

Info e presso gli organizzatori dei singoli eventi

PROGRAMMA

Visite guidate al “Magazzino 18” – Porto Vecchio, Magazzino 26

• sabato 10 febbraio: ore 11.30, ore 15.00 e ore 16.30

• martedì 13 febbraio: ore 16.00

• mercoledì 14 febbraio: ore 15.30

• giovedì 15 febbraio: ore 16.00

• venerdì 16 febbraio: ore 15.30

• sabato 17 febbraio: ore 11.30 e ore 15.00

Prenotazione obbligatoria: irci.ierioggidomani@gmail.com – 351 7590343

A cura dell’IRCI, Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata.

Apertura straordinaria del Museo di Carattere Nazionale CRP di Padriciano – Località Padriciano 60

• sabato 10 e domenica 11 febbraio: ore 10.30-12.30 e 14.30-16.00

A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Prolungamento dell’orario di apertura del Centro di Documentazione del Sacrario della Foiba di Basovizza – Foiba di Basovizza-Monumento Nazionale

• da giovedì 8 a domenica 11 febbraio: ore 10.00-18.00

A cura della Lega Nazionale.

Giovedì 8 febbraio alle ore 15.30

  • Cimitero Monumentale di Sant’Anna, campo IX
  • Deposizione di una corona d’alloro per il clero deceduto in esilio
  • Viene pronunciata l’orazione funebre in memoria dei sacerdoti di origine istriana, fiumana e dalmata.
  • A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Venerdì 9 febbraio alle ore 17

  • Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2
  • Raccontare per Ricordare
  • Antologia del 1° Concorso Nazionale di Letteratura dell’esodo giuliano-dalmata Raccontare per Ricordare e presentazione del 2° Concorso. Dibattito con la partecipazione del giornalista Pietro Senaldi e diversi ospiti.
  • A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Sabato 10 febbraio alle ore 9.30

  • Foiba di Monrupino – Monumento Nazionale
  • Omaggio alla Foiba di Monrupino
  • È in programma la deposizione di due corone d’alloro: una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Prefettura di Trieste e del Comune di Trieste; una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Lega Nazionale e delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani Dalmati.

ore 10.30

  • Foiba di Basovizza – Monumento Nazionale
  • Cerimonia commemorativa
  • Celebrazione in forma solenne del Giorno del Ricordo 2024 in memoria dell’esodo giuliano dalmata e della tragedia delle foibe.

ore 17.30

  • Museo Revoltella, Auditorium Marco Sofianopulo, via Diaz 27
  • The race for Trieste, la corsa per Trieste: la Guardia di Finanza durante l’occupazione di Tito
  • Proiezione di un filmato prodotto dalla Guardia di Finanza, al quale si affianca il ricordo dei 97 finanzieri scomparsi.
  • A cura della Lega Nazionale, Federazione Grigioverde, Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

ore 21.00

  • Porto Vecchio, Magazzino 26, Sala Luttazzi
  • Calicanto per raccontar di Ofelia
  • Opera teatrale per il Giorno del Ricordo.
  • A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste, l’Associazione Culturale Atelier Calicanto.

Domenica 11 febbraio alle ore 17

  • Chiesa di S. Rita, via Locchi 22
  • Santa Messa del Ricordo
  • Viene officiata una funzione in ricordo degli esodati.
  • A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Giovedì 15 febbraio alle ore 17.30

  • Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1
  • Presentazione del volume e del filmato allegato Quaderni di Fianona d’Istria
  • Modera il vice presidente, Giorgio Tessarolo, alla presenza dell’avvocato Fabio Gerbini, figlio dell’autore.
  • A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Venerdì 6 febbraio alle ore 17

  • Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2
  • Quell’enorme lapide bianca
  • Spettacolo teatrale di Luca Violini.
  • A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Martedì 20 febbraio alle ore 17

  • Auditorium di Casa della Musica, via dei Capitelli 3
  • Presentazione delle nuove pagine di ESPOES

ESPOES è l’esposizione multimediale interattiva su Esodo e Foibe, ideata e realizzata dal Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste. Le nuove pagine sono presentate dal presidente del sodalizio Ezio Giuricin e dai suoi collaboratori, Daniele Kovacic e Giulio Gorobej. Durante l’incontro si presentano anche ristampe e riedizioni dei volumi L’Istria vista dal mare di Stefano Furlani, Rosanna Turcinovich e Rita Auriemma e Quarant’anni di vita del Circolo Istria di Silva Bon.

A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

Giovedì 22 febbraio alle ore 17.30

  • Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1
  • Volti della memoria
  • Proiezione del filmato Volti della memoria.
  • A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Venerdì 23 febbraio alle ore 17

  • Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2
  • Presentazione del volume Polle. Il figlio unico
  • Si presenta il libro di Gian Paolo Polesini.
  • A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Sabato 24 febbraio alle ore 18

  • Centro Civico, via Valle d’Istria 1, Villotte di S.Quirino (PN)
  • Volti della memoria
  • Il vice presidente, Giorgio Tessarolo, presenta il filmato Volti della memoria e una selezione di poesie dalla raccolta Liriche Istriane.
  • A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Martedì 27 febbraio alle ore 17

  • Auditorium di Casa della Musica, via dei Capitelli 3
  • Tavola rotonda dedicata all’84.esimo anniversario della sciagura mineraria di Arsia del 28 febbraio 1940
  • Discorsi introduttivi di Ezio Giuricin e Livio Dorigo del Circolo di cultura istro-veneta “Istria”. Intervengono, tra gli altri, Rinaldo Racovaz, Tullio Vorano, Michele Berti, Isabella Flego, Bruna Zuccolin.
  • A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

Giovedì 29 febbraio alle ore 17.30

  • Civico Museo della Civiltà Istriana, Fiumana e Dalmata, via Torino 8
  • Presentazione del volume Ragusa e dintorni
  • Più di una classica “guida”: accanto a notizie di storia, geografia e cultura, il libro contiene preziose osservazioni per scoprire Ragusa e i suoi dintorni. È presente l’autore Alberto Rizzi.
  • A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Trieste in collaborazione con l’IRCI, Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata e la Scuola Dalmata di Storia Patria di Venezia.

Martedì 5 marzo alle ore 17.30

  • Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1
  • Conferenza
  • Il dott. Gregoretti parla di Efferatezze compiute dai titini a Momiano nell’immediato secondo dopoguerra.
  • A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Giovedì 7 marzo alle ore 18

  • Civico Museo della Civiltà Istriana, Fiumana e Dalmata, via Torino 8
  • Presentazione del DVD Il bosco di San Marco (Storia del bosco di Montona)
  • Sono presenti il presidente della Famiglia Montonese, Simone Vicki Peri, e lo studioso del bosco di Montona, Diego Masiello.
  • A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Trieste in collaborazione con l’IRCI, Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata, Famiglia Montonese e CDM, Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata.

Sabato 16 marzo alle ore 10.30

  • Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini”, via Ghega 12
  • Concerto per il ventennale del Giorno del Ricordo
  • Concerto del Ricordo con l’Orchestra del Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini” di Trieste, con interventi istituzionali in occasione dei vent’anni della Legge 30/2004 che ha istituito il Giorno del Ricordo. Vengono proposti i brani eseguiti dagli allievi del Tartini al Quirinale durante le celebrazioni delle Cerimonie 2023 e 2024 per il Giorno del Ricordo alla presenza del Presidente della Repubblica.
  • A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Lega Nazionale, Associazione Giuliani nel Mondo, Associazione delle Comunità Istriane e CDM, Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana, Istriana, Fiumana e Dalmata.

Lunedì 18 marzo alle ore 17.00

  • Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2
  • Premio Histria Terra
  • Cerimonia di conferimento del premio dell’edizione 2024.
  • A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio con la collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia

Giovedì 21 marzo alle ore 20.30

  • Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini”, via Ghega 12
  • Concerto
  • Il Conservatorio Tartini di Trieste è coinvolto il 21 e il 23 marzo 2024 in due prestigiosi eventi del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste, facenti parte di un progetto articolato dedicato a Luigi Dallapiccola. La concezione e la realizzazione dell’intero percorso è affidata al celebre pianista Giovanni Bellucci. Il ciclo intitolato Dallapiccola: la Mente, il Corpo, l’Anima propone l’esecuzione integrale delle composizioni per pianoforte di Dallapiccola, distribuita in tre “talk recital” che affrontano ciascuno i tre aspetti suggeriti dal titolo. Il Maestro Bellucci esegue, oltre ai brani del compositore nativo di Pisino d’Istria, opere di altri importanti autori, evidenziando relazioni e similitudini poetiche, ideologiche e strutturali inaspettate tra musicisti di epoche diversissime, dando luogo a un’interessante panoramica che spazia dalla musica del ‘700 ai nostri giorni.
  • A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

Sabato 23 marzo ore 9.00-18.00

  • Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini”, via Ghega 12
  • Convegno su Luigi Dallapiccola
  • Giornata di studi sul compositore istriano, nell’ambito del progetto Dallapiccola: la Mente, il Corpo, l’Anima. Il progetto proseguirà il 9 e 10 maggio a Pisino e Rovigno per concludersi il 20 giugno a Pola.
  • A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

L’AIPI-LCPE, Associazione Italiani di Pola e dell’Istria – Libero Comune di Pola in Esilio parteciperà alla cerimonia commemorativa presso la Foiba di Basovizza con una delegazione in rappresentanza del sodalizio, i cui membri sono “sparnissadi” (sparsi) fra meridiani e paralleli un po’ in tutto il mondo. Lo storico mensile L’Arena di Pola, organo dell’Associazione, riporterà in pagine speciali ampia e documentata informazione sulla celebrazione del Giorno del Ricordo, riferita non solo a Trieste, ma anche agli eventi celebrativi di carattere nazionale ed internazionale.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×