Trieste, al Teatro Verdi una lezione di storia: “Cortés contro Montezuma” grazie a Laterza

Il 23 gennaio alle 11.00 il ciclo "Lezioni di Storia – La presa del potere"

Trieste, domenica 23 gennaio, alle ore 11.00, dal Teatro Verdi di Trieste, si terrà il terzo incontro del ciclo “Lezioni di Storia – La presa del potere”, ideato e progettato dagli Editori Laterza, promosso dal Comune di Trieste e organizzato con il contributo della Fondazione CRTrieste. Media partner, “Il Piccolo”.

L’ingresso è libero con prenotazione on line sul sito TicketPoint o presso il punto vendita in Corso Italia 6. Eventuali posti disponibili saranno prenotabili la mattina dell’incontro, presso il Teatro Verdi, a partire dalle ore 10. Si accede esclusivamente muniti di Super Green Pass. Le lezioni possono essere seguite anche in diretta streaming sul canale Youtube del Comune di Trieste.

Introdotto dal giornalista Piero Spirito, domenica 23 gennaio, Luigi Mascilli Migliorini, interverrà su “Cortés contro Montezuma” e su come sbarcando sulle coste del Messico, Cortés e i suoi seicento uomini non hanno nulla da perdere, mentre Montezuma e gli atzechi si affannano a difendere memorie e tradizioni, che verranno spazzate via.

Luigi Mascilli Migliorini è membro dell’Accademia dei Lincei, già presidente della SISEM e professore di Storia moderna presso l’Università L’Orientale, è uno dei maggiori studiosi dell’età napoleonica e della Restaurazione in Europa, a cui ha dedicato due importanti biografie: Napoleone, Salerno Editrice (2002 e nuova edizione 2015, Premio della Fondation Napoléon) e Metternich, Salerno Editrice (2014, Premio Filippo Burzio dell’Accademia delle Scienze di Torino e Premio Rhegium Julii). È Commandeur de l’Ordre des Palmes Académiques, Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres della Repubblica francese e professore invitato presso l’École Normale Supérieure a Parigi e l’Università Cattolica di Santiago del Cile. Fa parte del Comitato scientifico della Correspondance di Napoleone presso l’editore Fayard. Per Laterza è autore, tra l’altro, di 500 giorni. Napoleone dall’Elba a Sant’Elena (2016); Storia del mondo. Dall’anno 1000 ai giorni nostri (con F. Canale Cama e A. Feniello, 2019); L’età moderna. Una storia globale (2020). Ha pubblicato nel 2021 con Salerno Editrice L’ultima stanza di Napoleone. Memorie di Sant’Elena.

Ha insegnato presso le Università di Bologna e di Milano, occupandosi di storia del Mediterraneo e della presenza islamica in Spagna e Sicilia. Come saggista e divulgatore collabora con enti e istituzioni pubblici, Rai Radio 3, il «Corriere della Sera» e «Domani». Tra i suoi libri ricordiamo Storia del Mediterraneo in 20 oggetti (con A. Feniello), Laterza (2018); Strade perdute. Viaggio sentimentale sulle vie che hanno fatto la storia, Feltrinelli (2019) e I racconti del ritorno, Feltrinelli (2021)

I prossimi incontri si terranno nelle seguenti date: 6 marzo, 3 aprile e 22 maggio.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...