Milano, stagione ricca al Teatro Delfino

148

Un omaggio al cinema e ai grandi del passato italiano con Michele Placido. Si apre alla grande la settima stagione del Teatro Delfino di Mlano sotto la direzione artistica di Federico Zanandrea.

Dalla  musica e poesia si prosegue con la prosa, spettacoli musicali, performance di tip tap, e un musical “off”. Con le proprie forze, la generosità di grandi attori e un pubblico di affezionati, fra abbonati e non, il Teatro Delfino ha consolidato negli anni la sua posizione di teatro di qualità alle porte di Milano facendo registrare un incremento di spettatori del dieci percento ogni anno e ospitando sempre più spesso prime milanesi.

Michele Placido sarà dunque  protagonista il 6 e 7 ottobre di Musica e Poesia (Sciuscià e altre storie) per la prima volta a Milano. Una serata dedicata al cinema e all’amore: nella prima parte le musiche di film diretti da Vittorio De Sica come “Sciuscià” e “Ladri di Biciclette” e poi ancora con “Guardie e Ladri” film di Steno-Monicelli. Nella seconda parte dello spettacolo ci sarà spazio per brani dedicati all’amore con l’interpretazione affidata all’attore e regista Michele Placido.

Le musiche saranno eseguite da musicisti di grande livello guidati dal Maestro Davide Cavuti. Il famoso mentalista Francesco Tesei, porta sul palcoscenico del Delfino, Mind Juggler dal 22 al 25 novembre. Nello spettacolo il pubblico non è semplice spettatore, ma diventa il vero protagonista, giocando insieme a Tesei con i cinque sensi, con il pensiero, con la percezione, l’immaginazione e la comunicazione per esplorare insieme a lui mondi affascinanti, misteriosi e in continua evoluzione: i mondi della mente e della comunicazione.

Non può mancare nella stagione del Teatro un amico affezionato del Delfino, Enzo Iacchetti protagonista dal 17 al 20 gennaio di Libera nos domine. In questo ultimo lavoro, nella forma di teatro – canzone, Iacchetti, solo sul palco, vuole liberarsi dai dubbi che lo affliggono su PROGRESSO, AMORE, AMICIZIA, EMIGRAZIONE, offrendoci un’ultima ipotesi di RIVOLUZIONE. Dal 21 marzo la nuova produzione dell’Associazione Il Mecenate vede Federico Zanandrea protagonista di Lungs, un testo contemporaneo del giovane drammaturgo inglese Duncan Macmillan. La storia di un Lui e una Lei, un lungo dialogo, esilarante a tratti, che ripercorre tutta la vita di questa coppia, una riflessione comica sulla vita e sulla morte.

Nella stagione trova ampio spazio la commedia con la prima nazionale: Facciamo che io faccio, da un’idea di Sergio Romanò in scena con Marcella Silvestri e la partecipazione di Cristina Plevani; il testo di Dario Fo e Franca Rame, Coppia aperta, quasi spalancata interpretata da Antonio Salines e Francesca Bianco e la commedia frizzante Casalinghi disperati con Max Pisu: quattro uomini separati e al verde che si dividono un appartamento districandosi tra faccende domestiche, spese al supermercato e una difficile convivenza.
La prosa continua con gli spettacoli: La Fortuna, Dorian Gray e La notte di Pinocchio con Carlo Valli.

Nel cartellone del Teatro Delfino non mancano spettacoli musicali e concerti: a ottobre, la compagnia “i Tipi del TAP” sarà in scena con Tap Evolution con le coreografie di Valentina Bordi e Ilaria Suss. A fine novembre Live for Love, il concerto del Coro Gospel diretto dal Maestro Gianluca Sambataro con la speciale partecipazione della cantante Joyce Yuille, a metà dicembre la ripresa della commedia musicale Ailoviù e infine dall’1 al 3 marzo sarà la volta dell’atmosfera rétro con il rock’n’roll anni 50 del pianista e cantante Matthew Lee, con la tappa milanese del suo PIANO MAN Live Tour 2019.

Anche in questa nuova stagione teatrale il Delfino propone cinque spettacoli dedicati ai bambini che si terranno nelle pomeridiane del sabato.

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...