fbpx

Sanremo 2024: la Polizia presenta il docufilm “La vita salta”

Realizzato in collaborazione con Rai Documentari, per raccontare il tema della sicurezza stradale

Sanremo 2024: la Polizia presenta il docufilm “La vita salta”.

In occasione della 74esima edizione del Festival di Sanremo, la Polizia di Stato è presente alla manifestazione con un villaggio dedicato alla sicurezza.

Tante le iniziative organizzate dalle Specialità delle Polizia di Stato, Stradale, Ferroviaria e Postale organizzate per giovani e adulti per sensibilizzarli sui pericoli che si corrono sulla strada, nelle stazioni e a bordo dei treni e nel mondo virtuale.

Questa mattina, nell’area Underground di Casa Sanremo, la Polizia Stradale ha presentato “La Vita Salta”il docufilm realizzato in collaborazione con Rai Documentari, per raccontare il tema della sicurezza stradale, attraverso le storie di chi ha visto la propria vita cambiare per sempre a causa di un incidente stradale.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Sanremo 2024 la Polizia presenta il docufilm La vita salta

L’evento è stato presentato da Marino Bartoletti, noto giornalista e poliziotto ad honorem e vi hanno assistito le massime autorità della provincia, e numerosi studenti  di scuole secondarie.

L’evento si è aperto con il saluto del Prefetto di Imperia Romeo, del Questore Peritore, del sindaco di Sanremo Biancheri e del Procuratore  della Repubblica di Imperia Lari, e ha visto le toccanti testimonianze di Graziella Viviano, mamma di Elena che ha perso la vita sulla strada nel 2018 e di Adele Morgos, atleta paralimpica del Gruppo Sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato specialità scherma, vittima di un incidente stradale in Austria.

Silvio Ricci il produttore del docufilm, di cui è stato trasmesso il trailer, ha voluto illustrare le finalità del progetto e il Direttore del Servizio Polizia Stradale Mastrapasqua ha rassegnato le conclusioni.

Nel docufilm le voci dei protagonisti raccontano come la vita può spezzarsi in un attimo quando si è vittima di incidente stradale e di come la vita di chi rimane sia irrimediabilmente cambiata.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×