fbpx

Sanremo 2024: la classifica parziale della terza serata, Angelina Mango in testa

La classifica della terza serata: Angelina Mango si aggiudica il podio con La sua La noia, al secondo posto Ghali con Casa mia, al terzo Alessandra Amoroso con Fino a qui, al quarto Il Tre con Fragili, al quinto Mr. Rain con Due altalene. 

Sanremo 2024: la classifica parziale della terza serata, Angelina Mango in testa.

Si è chiusa la terza serata di Sanremo 2024, che ha visto protagonisti i 15 cantanti che non si sono esibiti ieri. Amadeus, insieme alla co-conduttrice Teresa Mannino, ha annunciato le prime cinque posizioni della classifica di serata, stilata in base ai voti assegnati dalla giuria delle radio e dal pubblico a casa tramite televoto.

La classifica della terza serata:

Angelina Mango si aggiudica il podio con La sua La noia, al secondo posto Ghali con Casa mia, al terzo Alessandra Amoroso con Fino a qui, al quarto Il Tre con Fragili, al quinto Mr. Rain con Due altalene.

La terza serata di Sanremo 2024 si è aperta con l’esibizione de Il Tre, presentato da Loredana Bertè. Secondo a salire sul palco Maninni, presentato da Alfa, seguito dai Bnkr44 presentati da Fred De Palma e dai Santi Francesi annunciati da Clara. È poi entrata in scena la comica siciliana Teresa Mannino, che si è presa la scena e, intorno a mezzanotte, ha regalato ai telespettatori un breve monologo. Ospiti della terza serata di Sanremo 2024 sono stati Eros Ramazzotti, che ha celebrato il 40ennale di «Terra Promessa», Paolo Janacci e Stefano Massini con una canzone sui morti sul lavoro e l’attore premio Oscar Russell Crowe.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Gli ospiti della serata:

Russel Crowe, ospite internazionale, prende la scena cantando con la sua band  “Let the light shine” e “The Gentlemen Barbers”. Dopo qualche battuta con Amadeus pronuncia la celebra frase de “Il Gladiatore”: «Al mio segnale scatenate l’inferno».

Oltre alla presenza del Premio Oscar non sono mancati i momenti toccanti abilmente condotti da monologhi tenuti sul palco dell’Ariston dalla stessa Mannino e dall’attore, regista Edoardo Leo. Quest’ultimo oltre a presentare la sua nuova fiction “Il Clandestino”: 6 puntate che andranno in onda su Rai1 a partire dall’8 aprile, ha parlato dell’importanza di fare cultura. «Ogni giorno – dice l’attore – parliamo di femminicidio, genocidio, guerre. Immagini insopportabili e come artista ti senti impotente. Poi accadono cose imprevedibili, un amico ti tradisce o perdi qualcuno, e allora sapere che qualcuno ha scritto parole per il tuo dolore è una salvezza. Diventa una cura, una medicina per le tue ferite incredibili. E la stessa cosa accade quando siamo felici. Anche ridere è una medicina. Fare cultura è il racconto delle nostre vite, ridere di noi è fare cultura».

Ed ancora il monologo di Teresa Mannino: «Siamo nel 2024, ma ragioniamo come 2.524 anni fa. Il filosofo greco Protagora diceva che l’uomo è misura di tutte le cose, e per noi l’uomo ricco, bianco e occidentale è misura di tutte le cose, solo che l’ha persa, pensa che tutto il resto del mondo sia a sua disposizione e quello che non serve viene eliminato. E le donne? Che fanno? Eppure sono indaffarate. Parliamo allora di essere umano, ancora meglio di animale umano».

Questa sera, venerdì 9 novembre voteranno per la prima volta insieme tutte e tre le giurie in occasione della serata duetti. La co-conduttrice della quarta serata del Festival sarà Lorella Cuccarini, che ha dichiarato: «Indosserò abiti senza tempo».

Sanremo 2024:la classifica parziale della terza serata, Angelina Mango in testa.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×