Salemme, anche i buoni diventano cattivi?

240

“La cattiveria e la bontà sono una scelta, ma io penso che l’uomo sia più incline ad essere buono…”. Le parole sono di Vincenzo Salemme, l’attore comico partenopeo cresciuto alla scuola dei De Filippo, che di bontà e cattiveria parla nella sua commedia “Con tutto il cuore” che ha appena debuttato in una serata scoppiettante e con tanti applausi al Teatro Manzoni di Milano . Una commedia divertente, fresca, con un ritmo incalzante e sempre giusto che rimarrà in scana anche a Capodanno dopo il successo della Festa Esagerata dell’anno scorso. Sul palco Salemme è mattatore, anche nell’interpretazione del “mite” o “fesso” come lo chiamano “i cattivi”. Dimesso, ma furbo, pieno di paure, ma anche  coraggioso involontariamente, la gag del professore “trasformato” in un “malamente” con il cuore trapiantato del “cattivo ragazzo”. Bravissimi tutti gli attori che insieme a Salemme contribuiscono a fare un piacevole tuffo nel passato della commedia napoletana alla de Filippo con tutte le sue gag e i suoi clichè divertenti. Risate e nello stesso tempo spunti di riflessione per una bella serata natalizia. Informazioni www.teatromanzoni.it


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...