fbpx
CAMBIA LINGUA

“Ritratto alla Sostenibilità”: sabato 28 l’inaugurazione della mostra nella sede della Soprintendenza di Messina.

Un tributo alla sostenibilità nel linguaggio universale dell'arte di 26 artiste e socie Soroptmist provenienti da undici regioni del Paese.

“Ritratto alla Sostenibilità”: sabato 28 l’inaugurazione della mostra nella sede della Soprintendenza di Messina.

“Ritratto alla Sostenibilità” è il tema della mostra collettiva che sarà inaugurata, alla presenza del sindaco Federico Basile, sabato 28 ottobre, alle ore 17.30, nella ex Chiesa del Buon Pastore sede della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Messina. All’appuntamento, presente la Soprintendente Mirella Vinci, prenderanno parte e autorità civili e militari cittadine.
L’iniziativa, promossa dal Soroptimist a cura della presidente del Club Messina Linda Schipani, si inserisce nel percorso indicato dall’Agenda 2030 ONU per lo Sviluppo Sostenibile, protagonista della programmazione del Biennio 2021-2023 del Soroptimist International d’Italia.

“Sono 26 le artiste, provenienti da undici regioni d’Italia, che giungeranno a Messina – spiega la presidente Schipani – per portare un vero e proprio tributo alla Sostenibilità, declinata in 5 dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 quali, Vita sulla terra, Parità di genere, comunità sostenibili, Istruzione di qualità e Consumo responsabile”.Valori importanti che hanno dato forma ai molteplici e diversificati progetti attuati dai 163 Club Soroptimist italiani con le scuole, le istituzioni, i cittadini e che qui le artiste soroptimiste interpretano con tecnica libera attraverso il loro personale e autentico stile”.

Le Artiste in mostra e il rispettivo Club Soroptimist di appartenenza sono: Mela Andena (Lodi); Valeria Arpino (Cuneo); Luisa Brandi (Isola D’Elba); Mirta Carroli (Bologna); Lea Contestabile (L’Aquila); Renata Emmolo (Siracusa); Gaia Moltedo (Tigullio); Mariko Masuda (Alto Friuli); Marisa Montesissa (Piacenza); Patrizia Nalesso (Grosseto); Lucia Nardelli (Bolzano); Antonella Nelli (Terni); Marzia Nigito (Niscemi); Valeria Pagano (Siracusa); Maria Luisa Passeri (Perugia); Veronique Perrard Monzini (Varese); Dolores Previtali (Merate); Maria Teresa Romitelli (Valle Umbra); Leonilde Russo (Val di Noto); Mabi Sanna (Cagliari); Michela Santoro (L’Aquila); Linda Schipani (Messina); Mirella Spinello (Niscemi); Amanda Tavagnacco (Cividale del Friuli); ed ancora Carla Sanjust (Cagliari) realizzatrice del catalogo che accompagnerà la mostra e racconterà le opere attraverso i testi di Stefania Severi (Roma Tiber).

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Le opere in mostra spaziano da dipinti, sculture, gioielli, fotografie e video caratterizzati dall’elevato valore estetico, oltre che veicolare un significativo messaggio etico e sociale; ed è proprio per queste motivazioni che la Soprintendenza di Messina, in prima linea nell’azione di preservare il patrimonio culturale e paesaggistico dei territori, ha voluto accogliere l’esposizione nella città dello Stretto, uno dei luoghi simbolo di rigenerazione urbana e sostenibilità. Le artiste protagoniste della collettiva, originale e attuale, intendono dare il proprio contributo a diffondere, attraverso il linguaggio universale dell’arte, importanti valori al più ampio pubblico di ogni età, genere e condizione perché la sostenibilità è un obbligo morale e sociale che trova nel potenziale delle donne una strategia d’azione sinergica per la salvaguardia del Pianeta e dei Diritti Umani.

La mostra sarà visitabile sino al 7 novembre prossimo; dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13 e nei pomeriggi di lunedì e mercoledì dalle 15.30 alle 18.30.
Si informa inoltre, al fine di garantire alle Scuole la visita guidata, che è necessaria la prenotazione attraverso il contatto Soroptimist Club Messina 328-2066948.

"Ritratto alla Sostenibilità": sabato 28 l'inaugurazione della mostra nella sede della Soprintendenza di Messina.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×