fbpx
CAMBIA LINGUA

“Riccardo Muti Italian opera academy” alla fondazione prada a Milano

20 Novembre 2023

“Riccardo Muti Italian opera academy” alla fondazione prada a Milano

Milano, è stata inaugurata la nona edizione della “Riccardo Muti Italian Opera Academy” con una lezione concerto del Maestro Riccardo Muti, alla presenza di Miuccia Prada, Direttrice e Presidente di Fondazione Prada e di Patrizio Bertelli, Fondatore di Fondazione Prada.

Fino al 29 novembre 2023 il pubblico può assistere nella sede di Milano della Fondazione all’intero percorso di lezioni e prove focalizzato su Norma di Vincenzo Bellini condotto dal Maestro Muti e al suo concerto finale.

"Riccardo Muti Italian opera academy" alla fondazione prada a Milano

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Un nuovo allestimento concepito per gli spazi del Deposito accoglie Riccardo Muti alla guida dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e del Coro del Teatro Municipale di Piacenza, che intraprende un progetto di formazione rivolto a giovani direttori d’orchestra e maestri collaboratori al pianoforte selezionati tra centinaia di candidature provenienti da tutto il mondo. I direttori d’orchestra selezionati sono: Clancy Ellis (Stati Uniti), Remi Geniet (Francia), Massimiliano Iezzi (Italia) e Izabela Kociolek (Polonia). I maestri collaboratori selezionati sono: Michelangelo D’Adamo (Italia), Nadia Kisseleva (Russia), Giovanni Alberto Manerba (Italia) e Manuel Navarro Bracho (Spagna).

Gli interpreti dell’edizione 2023 dell’Italian Opera Academy sono: il tenore Klodjan Kaçani (Pollione), il basso Andrea Vittorio De Campo (Oroveso), il soprano Monica Conesa (Norma – titolare), il soprano Martina Gresia (Norma – copertura), il mezzo-soprano Eugénie Joneau (Adalgisa), il soprano Vittoria Magnarello (Clotilde) e il tenore Riccardo Rados (Flavio).

I biglietti sono disponibili sul sito web di Fondazione Prada.

L’edizione 2023 dell’Academy prosegue fino al 25 novembre con una serie di prove aperte al pubblico: al pianoforte, con l’orchestra, con i cantanti e il coro tenute dal Maestro e rivolte ai giovani musicisti. Il progetto si conclude con due appuntamenti: domenica 26 novembre la prova finale dei giovani direttori d’orchestra presentati da Riccardo Muti e mercoledì 29 novembre un concerto diretto dal Maestro.

L’attenzione di Riccardo Muti verso l’educazione musicale è sempre stata un elemento costante della sua attività artistica. Con “Riccardo Muti Italian Opera Academy” si propone di condividere con i giovani musicisti ciò che ha imparato dai suoi grandi maestri e di accompagnarli nel processo di interpretazione e realizzazione di un’opera. Inoltre le lezioni e le prove aperte al pubblico permettono a tutti di accedere a una coinvolgente esperienza di approfondimento nel campo della musica classica.

Come sostiene Miuccia Prada, Presidente e Direttrice di Fondazione Prada, “la collaborazione con Riccardo Muti e la sua Academy afferma la centralità dell’insegnamento e della trasmissione di conoscenze tra le diverse generazioni. Siamo convinti infatti che lo studio sia uno dei più efficaci strumenti di crescita artistica e personale. Questo progetto è un’importante opportunità di formazione, sia per i giovani allievi che avranno l’occasione di lavorare a stretto contatto con Riccardo Muti, sia per il pubblico che sarà coinvolto dalla generosità e dalla passione del Maestro e dal suo impegno nel diffondere e rafforzare la cultura musicale.”

Come dichiara Riccardo Muti, “Ho scelto Norma di Vincenzo Bellini perché voglio porre l’attenzione sul mondo belcantistico belliniano che Norma rappresenta nel modo più assoluto. Opera estremamente difficile che richiede grande attenzione al fraseggio e al tessuto orchestrale apparentemente semplice ma straordinariamente efficace nel sostenere e intrecciarsi alla linea vocale. La melodia sublime e infinita di Norma, che affascinò anche Wagner, richiede purezza e nobiltà di esecuzione. Il compito del direttore d’orchestra è quello di sublimare il canto senza tralasciare il tessuto orchestrale. Esso non deve essere ridotto a semplice accompagnamento ma deve intersecarsi con le voci, a cui dare colore e calore.”

In occasione delle edizioni 2023 e 2025 della “Riccardo Muti Italian Opera Academy”, PwC Italia attiva una collaborazione con Fondazione Prada al fine di restituire alla comunità un’opportunità culturale che coinvolga un pubblico di appassionati e curiosi e in particolare le nuove generazioni. Nell’ambito di questa iniziativa è avviato il PwC Young Program, un progetto formativo rivolto alle scuole superiori e alle università del territorio lombardo, con un particolare focus sui conservatori e le scuole musicali. Il PwC Young Program intende favorire la partecipazione attiva degli studenti invitandoli ad assistere a una tariffa agevolata alle prove tenute da Riccardo Muti e intraprendere così un percorso di conoscenza della musica classica, in particolare dell’opera italiana, seguendo le spiegazioni e gli insegnamenti proposti dal vivo dal Maestro. PwC Italia si unisce a Fondazione Prada nel sostenere un intenso programma educativo che riafferma il ruolo della cultura come elemento chiave nella formazione dei più giovani.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×