Regione, Fiere internazionali in Lombardia, contributi a 127 Pmi per ripartire

Fiere internazionali in Lombardia, contributi di 1.120.000 di euro a 127 Pmi (Piccole e medie imprese) per partecipare e tornare competitive nell’export.
Dal 15 settembre a oggi 127 domande allo sportello del nuovo bando

Milano, 30 Settembre 2020 – “Sono 127 le domande inviate dal 15 settembre ad oggi – conferma l’assessore allo Sviluppo Economico – allo sportello lombardo del nuovo bando per la partecipazione delle Pmi alle fiere internazionali in Lombardia, La richiesta di contributi è pari a 1.120.000 euro”.

Sostegno alla ripartenza del Sistema fieristico, confermati 4,2 milioni

La misura, avviata a fine 2019 e modificata con una delibera approvata a fine luglio 2020, è stata proposta dall’assessorato allo Sviluppo economico per sostenere la ripartenza del sistema fieristico, che ha ripreso le esposizioni a partire da settembre di quest’anno. Immutato l’impegno economico della Regione, che ha confermato i 4.200.000 di euro già stanziati.

Ampliata platea Pmi che beneficiano dei contributi a fondo perduto

Il provvedimento amplia la platea delle Piccole e medie imprese che possono beneficiare dei contributi a fondo perduto. Sono infatti stati ammessi ‘nuovi espositori’, ovvero coloro che non hanno partecipato alle fiere nelle ultime 2-3 edizioni. Ma anche gli ‘espositori abituali’, ovvero le imprese che hanno già partecipato alle fiere, ma con contributo ridotto rispetto ai ‘nuovi’. Con un massimo di 10.000 euro, pari al 40% delle spese per una fiera e al 50% per due o più.

Premialità mantenute, abbassato a 6.000 euro investimento minimo

Le premialità sono invece state mantenute identiche. Mentre è stato abbassato l’investimento minimo, che passa da 8.000 a 6.000 euro.

Tra contributi concessi e richiesti, impegno di 2,6 milioni di euro

“Se consideriamo la misura nel suo insieme, quindi anche le domande presentate e ammesse precedentemente, tra contributi concessi e quelli richiesti, si tratta per la Regione di un impiego di risorse pari a 2,6 mln euro circa, sui 4,2 mln di dotazione” ha ricordato l’assessore. “Delle nuove domande, oltre un centinaio provengono da espositori ‘abituali’, che hanno approfittato di questo aiuto per tornare a partecipare alle fiere, anche nell’attuale contesto di incertezza” ha aggiunto.

Assessore: importanti vetrine per i nostri prodotti

“Questi dati confermano la volontà di Regione di contribuire al rilancio del sistema fieristico, vetrina internazionale dei nostri settori produttivi e principale volano per l’export delle nostre Piccole e medie imprese”.

Periodo svolgimento fiere ammissibili esteso fino al 31/12/2022

Il periodo di svolgimento delle fiere ammissibili è stato esteso fino al 31/12/2022. Mentre tra le spese di consulenza sono state aggiunte quelle di comunicazione legate alla partecipazione alla fiera come materiali cartacei, pubblicità in fiera e online.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...