Poesia o scienza? Il dilemma infinito al Franco Parenti

136

Oppenheimer e la poesia, Star Trek e il teletrasporto quantistico, Carl Barks – il papà di Paperino – scienziato inconsapevole, Maxwell, Lucrezio e la teoria cinetica dei fluidi…  Gli estremi della cultura umanistica e di quella scientifica si intrecciano nell’Infinito Fra parentesi, testo teatrale che parte dall’omonimo libro di Marco Malvaldi – romanziere, giallista e chimico – e attraverso vicende apparentemente quotidiane ci sfida a entrare nel complesso rapporto tra letteratura, poesia e scienza. Francesca e Paolo sono due fratelli, lei umanista e lui scienziato interpretati da Maddalena e Giovanni Crippa, entrambi hanno due belle carriere di docenti universitari. A un certo punto le loro strade si incrociano quando Paolo lotta per diventare rettore dell’Università, e vi è lo scontro, e l’incontro, di due diverse concezioni della realtà. Il tema del rapporto tra due mondi e fra due tipi di conoscenze apparentemente lontani, ma che si intrecciano continuamente nelle nostre vite, è stato il punto di partenza di questo progetto di Piero Maccarinelli, con cui continua l’indagine su teatro e scienza.  Da martedì 3 dicembre al Teatro Franco Parenti (ORARI martedì h 20:30, mercoledì h 19:15, giovedì h 20:00, venerdì h 20:30, sabato h 21:00, domenica h 15:45) Biglietteria via Pier Lombardo 14 02 59995206 biglietteria@teatrofrancoparenti.it


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com