fbpx

Pesaro, la città onora Giorno del Ricordo

Conoscere e comprendere l'esodo Giuliano Dalmata

Pesaro, la città onora Giorno del Ricordo

La ricostruzione storica dell’esodo Giuliano Dalmata e delle vicende del confine orientale del nostro Paese saranno al centro della celebrazione del Giorno del Ricordo che si terrà nel Salone Metaurense di Palazzo Ducale, sede della Prefettura di Pesaro e Urbino, sabato 10 febbraio, alle ore 10.30.

“Il ricordo dei massacri, delle efferate violenze, delle foibe, il dramma dell’esilio e il contesto storico che precedette quei fatti – ha sottolineato il Prefetto Emanuela Saveria Greco – devono essere conosciuti e compresi oggi, affinché nessuno dimentichi”.

La mattinata cercherà di farlo, attraverso il contributo delle studentesse e degli studenti degli istituti scolastici della città, coinvolti nell’iniziativa dalla presidenza del Consiglio comunale, dall’assessorato alla Crescita e alla Gentilezza del Comune e dall’Ufficio scolastico provinciale. Insieme agli insegnanti, alunne e alunni hanno svolto un percorso di studio e approfondimento per restituire alle autorità, all’Amministrazione comunale, ai consiglieri comunali di Pesaro, ai sindaci della provincia, e a tutti coloro che saranno presenti alla cerimonia, profonde suggestioni e riflessioni.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

“Il Giorno del Ricordo – sottolineano Marco Perugini, presidente del Consiglio comunale e Camilla Murgia, assessora alla Crescita e alla Gentilezza – ci permette di riflettere sulla tragedia delle foibe, sull’esodo degli istriani, fiumani e dalmati, e comprendere come tali eventi abbiano sconvolto la vita delle persone e delle comunità, anche del nostro territorio. È allo stesso tempo un’occasione per far emergere i valori accoglienza e solidarietà che tratteggiano da sempre l’identità di Pesaro, e che oggi è più che mai doveroso attuare e difendere”.

Durante l’appuntamento, Pierluigi Cuccitto autore della pubblicazione “Dall’Istria a Pesaro. L’esodo, l’opera padre Damiani e il comitato per la Venezia Giulia e Zara di Pesaro”, illustrerà gli esiti di una ricerca condotta per la prima volta, in questa provincia, affinché le testimonianze e i documenti conservati negli archivi potessero ancora parlare ai giovani del nostro tempo.

Nonostante il quadro di complessità dei fatti storici ricordati, il significato più potente e intenso della celebrazione sarà riposto nell’abbraccio ideale che ancora una volta la comunità studentesca trasmetterà, per il tramite di Marialena Tamino, ai profughi di II e III generazione provenienti dall’Istria, da Fiume, dalle zone Giuliano Dalmate, a suo tempo accolti nella città di Pesaro e nella provincia, con calore e grande umanità.

A concludere l’appuntamento dedicato al Giorno del Ricordo, nel Salone Metaurense, saranno parole e musiche elaborate e presentate da studentesse e studenti degli istituti scolastici superiori accompagnati dal Conservatorio G. Rossini.

PROGRAMMA

  • Ore 10:30 Inno d’Italia e ‘Va, pensiero’ (Verdi)
  • Apertura del Consiglio comunale e saluto di Marco Perugini, presidente del Consiglio comunale

Interventi delle istituzioni:

  • Emanuela Saveria Greco – Prefetto di Pesaro-Urbino;
  • Giuseppe Paolini – Presidente della provincia di Pesaro – Urbino;
  • Alessandra Belloni – Dirigente dell’ufficio scolastico territoriale;
  • Matteo Ricci – Sindaco di Pesaro;
  • Intervento di Marialena Tamino rappresentante comunità giuliano-dalmata;

Ore 10:55

  • Intervento di Camilla Murgia – Assessora alla Crescita e alla Gentilezza
  • Intervento di Pierluigi Cuccitto – Ricercatore e autore della pubblicazione “Dall’Istria A Pesaro”

Ore 11 :30 contributo studentesse e studenti degli istituti scolastici superiori accompagnati dal Conservatorio G. Rossini.
Ore 12.05 Momento musicale

Pesaro, la città onora Giorno del Ricordo

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×