Padova, “Yarn Bombing”, il primo festival dell’uncinetto è un’esplosione di colori

La manifestazione è un evento gratuito organizzato dall’Associazione Culturale Vintage Factory, realizzato in collaborazione con Yarn Bombing Trivento e con il contributo dell'assessorato al Commercio del Comune di Padova

Padova, è arrivato “Yarn Bombing”, il primo festival dell’uncinetto, portando un’esplosione di colori in città. Fino al 6 gennaio ’22, lungo le strade del centro città, nel distretto di Via Giotto da Piazza Mazzini fino all’ingresso dei Giardini dell’Arena, si potranno ammirare opere d’arte fatte a mano, realizzate da artiste del crochet provenienti da tutto il mondo e si potrà partecipare a laboratori gratuiti, per tutti i livelli, contribuendo alla creazione di un’opera collettiva un’esplosione di colori attraverso splendide opere d’arte fatte a mano, realizzate da artiste del crochet provenienti da tutto il mondo e poter partecipare a laboratori gratuiti, per tutti i livelli, contribuendo alla creazione di un’opera collettiva. Il festival prevede inoltre percorsi che coinvolgeranno i negozianti del distretto con attività di shopping, musica e street art.

Yarn Bombing Padova”, edizione speciale del Festival dedicato al periodo natalizio, è stato inaugurato lunedì 6 dicembre dall’assessore al Commercio, Antonio Bressa che ha sottolineato: “Quello di via Giotto è ormai un vero e proprio distretto di negozi e attività in grado di distinguersi con un’offerta e uno stile ricercati. È giusto continuare a portare l’attenzione su quest’area della città che è stata anche oggetto di un progetto di riqualificazione legato al percorso delle mura cinquecentesche. Oggi è protagonista del nostro Natale promuovendo i valori della solidarietà, sostenibilità, dell’artigianalità artistica, creando un valore aggiunto per la nostra comunità”.

La manifestazione, che rivestirà via Giotto di opere d’arte, è un evento gratuito organizzato dall’Associazione Culturale Vintage Factory, realizzato in collaborazione con Yarn Bombing Trivento e con il contributo dell’assessorato al Commercio del Comune di Padova.

Yarn Bombing è una forma d’arte di strada nata spontaneamente all’inizio degli anni 2000 a Houston, negli Stati Uniti, e diventata ben presto un fenomeno globale – spiegano gli organizzatori – Una vera e propria forma di arte urbana che rivitalizza, personalizza e valorizza luoghi pubblici, strutture, arredi urbani di interi quartieri avvolgendo e ricoprendo, quasi come un gesto materno, pali, cancelli, alberi con installazioni artistiche in filato lavorato all’uncinetto. In città, l’iniziativa mira a valorizzare il distretto di via Giotto e le sue attività commerciali che con entusiasmo hanno sostenuto l’invasione di grandi e piccole opere ad uncinetto. Alcune delle opere, tutte altamente instagrammabili, si potranno ammirare all’interno degli esercizi commerciali aderenti, altre lungo la strada, ed il pubblico è invitato ad interagire, scattando una foto da pubblicare sui social con l’hashtag #yarnbombingpadova”.

I workshop, gratuiti su prenotazione online, organizzati presso il locale “Atipico” daranno la possibilità a tutti di avvicinarsi e approfondire questa attività.

Yarn bombing festival è anche impegno sociale e solidarietà: tutte le opere sono in vendita sul sito https://www.yarnbombingtrivento.com e il ricavato andrà devoluto alla Caritas Ambrosiana per il sostegno a famiglie e singoli in difficoltà. Tra le numerose creazioni presentate, ci sarà anche l’opera collettiva Fobia Sociale, composta da migliaia di occhi, di colori e filati diversi, che esprimono solidarietà e vicinanza verso coloro che soffrono di Disturbo d’Ansia Sociale. Fobia Sociale rappresenta la condizione di disagio e paura che provano alcune persone in situazioni sociali nelle quali vi è la possibilità di essere giudicati dagli altri.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...