fbpx

Occhiuto e Princi hanno presentato il Progetto DSA “Apprendere Insieme”, finanziato con 25mln di euro: “un importante traguardo, bell’esempio di sinergia istituzionale”

La vicepresidente ha anche ricordato che “la Regione Calabria ha stanziato 9 milioni di euro per attivare la figura dello psicologo scolastico"

Occhiuto e Princi hanno presentato il Progetto DSA “Apprendere Insieme”, finanziato con 25mln di euro: “un importante traguardo, bell’esempio di sinergia istituzionale”.

È stato presentato oggi dal presidente della Regione, Roberto Occhiuto, e dalla vicepresidente con delega all’istruzione, Giusi Princi, il progetto, dei Dipartimenti regionali tutela della salute e istruzione, “Apprendere insieme”, finanziato con 25 milioni di euro, che prevede l’individuazione precoce di azioni di supporto in ambito dei Disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa).

All’incontro con la stampa nella sede della Cittadella regionale, hanno, tra gli altri, partecipato il commissario straordinario di Azienda Zero, Gandolfo Miserendino, i direttori generali, o loro rappresentanti, delle Aziende provinciali d Catanzaro e Vibo, Reggio Calabria, Cosenza, Crotone, i dg regionali Tommaso Calabrò (Dipartimento tutela della salute) e Maria Francesca Gatto (Dipartimento istruzione), la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale, Antonella Iunti, rappresentanti di Ordini professionale e associazioni di categoria.

Occhiuto e Princi hanno presentato il Progetto DSA "Apprendere Insieme", finanziato con 25mln di euro: "un importante traguardo, bell'esempio di sinergia istituzionale"

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La vicepresidente ha anche ricordato che “la Regione Calabria ha stanziato 9 milioni di euro per attivare la figura dello psicologo scolastico che avrà il compito di supportare studenti, operatori scolastici e famiglie. Oggi, quindi – ha concluso -, per me, per il presidente Occhiuto e credo per tutti voi, è una giornata importante perché, per come vi avevamo promesso, abbiamo individuato le risorse e diamo continuità strutturale a questo progetto che ci consentirà – ha concluso – di raggiungere traguardi significativi per i nostri studenti e per le loro famiglie. Da donna delle istituzioni e del mondo della scuola, da mamma ringrazio, quindi, tutti i soggetti coinvolti per il forte contributo corale e sinergico”.

La direttrice Iunti ha parlato di “un progetto che distingue la Calabria, anche in confronto con le altre Regioni, che realizza quello che poi è fondamentalmente l’obiettivo principale dell’Agenda 2030. Noi come ufficio scolastico ci siamo fatti solo portavoce di un progetto fortemente voluto dal presidente Occhiuto e della vicepresidente Princi, che ringrazio anche per aver messo in campo risorse importanti. Un progetto che potrà dare un aiuto concreto alla scuola, ma soprattutto alle famiglie e, in particolar modo, mette al centro lo studente, comprendendo quali sono i reali bisogni rispetto, ovviamente, alla sua situazione, consentendogli di superare le difficoltà e raggiungere i successi formativi e della sua vita”.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×