Mura Festival 2021, domenica 17 ottobre grande festa finale

Domenica 17 ottobre, al Bastione di San Bernardino, ultimo appuntamento per la 2ᵃ edizione del Mura Festival. Dopo quasi 700 appuntamenti – tra musica, cultura, teatro, sport, attività per i bambini e le famiglie – e 134 giorni di attività, il Mura Festival è divenuto ufficialmente quest’anno il Festival più lungo d’Italia. Una grande manifestazione, ideata e promossa dal Comune di Verona, estesa quest’anno nei quartieri di San Zeno, Veronetta, Borgo Trento e Torricelle.

 Per il gran finale, a partire dalle ore 10 al Bastione san Bernardino, è in programma una grande giornata di festa aperta a tutta la cittadinanza e non solo.

 Dalle ore 10 alle 13, si svolgerà l’evento speciale promosso dal Comune di Verona per dare il benvenuto ai nuovi nati. Una mattinata di iniziative dedicate ai protagonisti, ovvero ai circa 1800 bambini nati a Verona nel 2020. Un evento di condivisione, gratuito ed aperto a tutte le famiglie, appositamente pensato per i neo genitori e i loro piccoli, in cui si terranno incontri interessanti, sui temi della crescita e dell’educazione dei figli.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

 Con l’iniziativa ‘Una nuova vita insieme’, infatti, sono previsti incontri interdisciplinari su temi medico-scientifici, pedagogici e psicologici. Interverranno il prof. Attilio Boner – già Direttore U.O di Pediatria dell’Università degli Studi di Verona; Alessandra Pagliara, psicologa e psicoterapeuta al servizio di “Neuropsichiatria Infantile e Psicologia dell’età evolutiva” dell’Ulss 9; Marcella Valdameri autrice del libro “Pane, Amore e Consapevolezza” – percorso pratico per genitori ed educatori passati, presenti, futuri.

 A seguire, alle ore 11.30, sport e benessere con una lezione di pilates a cura di Silvia Barbieri, mentre alle 13 si svolgerà jumping fitness con l’istruttore Pierpaolo Savio. Alle ore 17, in occasione del gran finale del Mura Festival, verrà consegnato il primo Premio alla Carriera artistica a Francesco Casale.

 L’artista si esibirà poi con la Francesco Casale Ensemble, composta da Giuliano Perin al vibrafono, pianoforte e marimba, Luca Pisani al contrabbasso, Donato Dalia alla chitarra e Francesco Casale alla batteria. In contemporanea sarà visibile la performance di Live Painting dell’artista Stephanie “Ocean” Ghizzoni, che dipingerà un ritratto preso da uno scatto del fotografo Silvio Carcereri di SKAccoMATTO.

 Durante la giornata, realizzata in collaborazione con 100 Note In Rosa, si esibirà anche il Gabriele Bolcato 4et composto da Gabriele Bolcato – tromba e filicorno, Silvano Mastromatteo – pianoforte, Nicola Monti al contrabbasso e Oreste Soldano alla batteria.
A seguire sul palco di Casa Erriquez Jerry Popolo 4et composto da: Jerry Popolo al sassofono tenore, Fabrizio Scrivano alla chitarra, Nicola Monti al contrabbasso e Oreste Soldano alla batteria.

 Dalle 18.30 invece una Jam Session con tutti gli artisti di Verona che in questi cinque mesi hanno calcato il palco di Mura Festival, pronti a salutare il pubblico con un arrivederci alla prossima edizione.

 Francesco Casale. Classe 1952 e una storia con la musica che incomincia all’età di nove anni. Una vita intera dedicata alla musica in tutte le sue forme dai piccoli ai grandi palchi, dai jazz club agli studi televisivi, incisioni, sperimentazioni e ricerca, insegnante e soprattutto dispensatore di consigli e segreti musicali.
Abile maestro dello “Scat” e non perde mai occasione per un’improvvisazione in vari palchi e nelle jam session. Moltissime sono le collaborazioni di Casale e il suo nome inizia a girare nell’ambiente dei musicisti professionisti, specialmente negli studi di registrazione dove spesso Francesco è chiamato proprio per il suo modo di suonare diretto, capendo fin da subito il groove che viene richiesto.
Sempre molto vicino ai giovani musicisti, con i quali condivide spesso spettacoli coinvolgendoli e insegnando loro ad amare la musica, trasmette la passione e l’impegno, lo studio e la didattica cercando sempre di aiutarli a suonare dal vivo per perfezionare così la loro tecnica e l’attitudine alla performance. È per questo che il premio alla Carriera Artistica istituito dal Mura Festival verrà consegnato proprio a lui.

 L’ingresso all’area della manifestazione è sempre gratuito e alcune delle attività sono fruibili previa iscrizione. Si svolge in sicurezza seguendo la vigente normativa anticovid-19 e non è necessario presentare il Green pass. Il calendario di appuntamenti e attività, in costante aggiornamento e costo dei singoli eventi/attività è disponibile online sul sito www.murafestival.it.
Area food aperta dalle 12 alle 15 e dalle 18 alle 22.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...