Monza, progetto a sostegno dei ragazzi neet per inserirsi nel mondo del lavoro

Monza, 04 agosto 2020. «#strategiagiovani: talento, innovazione futuro»: finanziato con il bando regionale «La Lombardia è dei giovani 2020» il progetto del Comune di Monza per aiutare i giovani a orientarsi nel mondo del lavoro.

Soft skills per vincere la sfida del lavoro. L’obiettivo di #strategiagiovani è l’orientamento al lavoro degli under 34 e il sostegno nei periodi di passaggio dal mondo dello studio a quello del lavoro e da un’attività professionale a un’altra, con relativi processi di formazione e riconversione attraverso l’acquisizione di nuove competenze e soft skills, le competenze trasversali che oggi sono fondamentali da inserire nel proprio curriculum. Il target di #strategiagiovani sono i ragazzi tra i 16 e i 34 anni: studenti, inoccupati, disoccupati, neet (chi non cerca un lavoro né frequenta un corso di formazione o di aggiornamento professionale), aspiranti e neo imprenditori.

Opportunità concrete in un contesto difficile. «Puntiamo a fornire ai nostri giovani opportunità concrete per il loro futuro in un contesto storico segnato da grandi difficoltà per il mercato del lavoro e, quindi, per la scelta del proprio percorso formativo e professionale». Con queste parole l’Assessore con delega alle Politiche Giovanili Federico Arena presenta il progetto.

Le azioni. Il progetto punta a dotare i giovani di strumenti per orientarsi nel mondo del lavoro, a offrire percorsi formativi specifici, valorizzare le esperienze e supportare la creatività dei giovani che, con le loro idee, possono diventare degli «innovatori» del mercato del lavoro. «#strategiagiovani» prevede sette azioni: comunicazione, orientamento al lavoro, formazione specifica, esperienze di cittadinanza attiva, #giovaniImpresaMonza (la formazione e il supporto nella fase di start up di un progetto imprenditoriale), Silva26 (l’hub di contenuti innovativi per progetti sulla Smart City), monitoraggio e valutazione.

Orientare le scelte dei giovani. «Il mercato del lavoro è flessibile e in continuo cambiamento. Una situazione che rischia di disorientare un giovane nella valutazione delle competenze, nei percorsi da seguire e nel futuro professionale, spiega Federico Arena. Per questo il ruolo dell’orientamento è fondamentale per far conoscere ai ragazzi le possibilità in linea con le loro aspirazioni e le opportunità offerte. Le Istituzioni, oggi più che mai, devono avere la capacità di orientare i giovani verso il percorso più adatto a loro: per decidere cosa vogliono essere, non solo cosa vogliono fare. Energia e passione, queste sono le “armi” che i ragazzi hanno per affrontare il mondo. A noi il compito di affilarle supportandoli nelle loro scelte. Un compito che può essere determinante per il loro futuro».

I partner. Capofila del progetto è il Comune di Monza che può contare su quattro partner: AFOL – Provincia Monza e Brianza, Azienda Speciale di Formazione «Paolo Borsa», Carrobiolo 2000 Cooperativa Sociale e CSV – Centro di Servizio per il Volontariato di Monza – Lecco – Sondrio.

Il finanziamento. Il costo complessivo del progetto è di 135.429 euro di cui 94.800 finanziati da Regione Lombardia nell’ambito del bando «La Lombardia è dei giovani 2020». Il resto del budget (40.629 euro) è suddiviso tra i partner: Comune di Monza, Afol, «Paolo Borsa», Carrobiolo 2000 e CSV.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...