Monza, Enrico Caruso, operetta, swing, jazz e tango: 5 appuntamenti con la musica nei chiostri

L'assessore Longo: "Un evento che unisce in modo originale il mondo della musica con quello dell’architettura e della storia"

Monza, giovedì 15 luglio si alzerà il sipario sulla XXII edizione di «Musica nei Chiostri»: cinque concerti in location suggestive e affascinanti della città a ritmo di swing, jazz, tango e un omaggio all’operetta e al grande tenore Enrico Caruso ad un secolo dalla sua scomparsa.

Un mix che unisce musica e architettura

«”Musica nei Chiostri” – spiega l’Assessore alla Cultura Massimiliano Longo – nasce dall’idea di unire musica, architettura e storia, oltre ad essere uno straordinario canale di promozione e valorizzazione della cultura musicale in grado di soddisfare anche il pubblico più esigente. L’obiettivo, infatti, è duplice: da un lato offrire ai monzesi una proposta musicale di altissima qualità, dall’altro far scoprire o riscoprire alcuni angoli nascosti della nostra città grazie alle cornici suggestive selezionate. Anche quest’anno in programma proposte uniche e emozionanti che trasformeranno Monza in un “palcoscenico” a cielo aperto».

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building
Il programma

Si comincia giovedì 15 luglio alle ore 18.30 nel Chiostro dell’Istituto «Padre di Francia» (via della Taccona 16) con «Operetta mon amour», un contest dei brani più belli tratti da famose operette italiane e straniere ed eseguiti da voci liriche accompagnate da un corpo di ballo. Protagonista «La Compagnia del BelCanto»: Consulo Gilardoni (soprano), Giuseppina Russo (soprano), Massimiliano Costantino (tenore), Thomas Nieddu (tenore), Sandro Cuccuini (pianoforte), Alessandra D’Apice e Denise Rovera (balletto).

Il secondo appuntamento è sabato 17 luglio, sempre alle ore 18.30, nel Chiostro di San Pietro Martire (piazza San Pietro Martire 4). Il protagonista di «Un sabato italiano, un mondo di swing» sarà lo swing con i brani più famosi di Alberto Rabagliati, Fred Buscaglione, Natalino Otto, Franck Sinatra e l’Orchestra Kramer. Sul palco il gruppo “La Classe degli Asini”: Roberto Antona (chitarra manouche), Stefano Torre (voce), Ivano Belloni (clarinetto e sax) e Marco Doldi (contrabbasso).

Giovedì 22 luglio alle ore 19.30 nel Chiostro del Santuario della Madonna delle Grazie (via Montecassino 18) «Liric-tango, un concerto che balla» con i musicisti de «La Compagnia del BelCanto»: Roberto Acciuffi (pianoforte), Mariangela Borella (fisarmonica), Enzo Creton (voce), Alessandra D’Apice e Claudio Grimaldi (ballo).

Il Chiostro dei Musei Civici (via Teodolinda, 4) domenica 25 luglio alle ore 18 e, in replica, ore 19.30, ospiterà «Over the rainbow», i brani più famosi del jazz internazionale suonati da un sax donna, Giovanna Carroccetto, grande protagonista insieme a Fabrizio Bernasconi (pianoforte) e Marco Mistrangelo (contrabbasso) del «Carroccetto Jazz Trio».

 

«Musica nei Chiostri» si concluderà giovedì 29 luglio alle ore 18.30 nel Chiostro dell’Istituto «Confalonieri» (via San Martino, 4) con un omaggio al grande tenore Enrico Caruso a pochi giorni dai cento anni della sua scomparsa. «La leggenda di una voce» intende «restituire», attraverso il racconto musicale, l’immagine di Caruso, il primo vero «divo» del teatro lirico, e la costruzione del suo mito che lo portò ad essere ambasciatore nel mondo del repertorio dell’opera lirica italiana e della canzone napoletana. A condurre gli spettatori saranno gli artisti de «La Compagnia del BelCanto»: Alessandro Mundula (tenore), Davide Rocca (baritono), Annalisa Carbonara (soprano), Giuseppina Russo (voce recitante) e Milo Martani (pianoforte).

 

Prenotazione obbligatoria

Tutti i concerti sono gratuiti, ma la prenotazione è obbligatoria. Le info sul sito del Comune di Monza. In caso di maltempo i concerti si terranno nelle strutture coperte annesse ai Chiostri.

Di seguito il manifesto dell’iniziativa:

 

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...