Modena, “Voci al buio”, dibattito sul femminismo nero

Mercoledì 30 marzo giornata di riflessione promossa da Comune e Unimore insieme al gruppo Black Lives Matter di Modena

Modena, “Voci al buio”, dibattito sul femminismo nero, mercoledì 30 marzo, una giornata di riflessione.

La discriminazione intersezionale, cioè sulla base di diversi fattori sarà al centro di “Voci dal buio, dibattito sul femminismo nero” in programma mercoledì 30 marzo, una giornata di riflessione promossa, nell’ambito di Modena Città Interculturale, da Comune di Modena e Università di Modena e Reggio Emilia insieme alle componenti del gruppo Black Lives Matter di Modena.

Due i momenti di confronto previsti: al mattino presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi e in serata alla Tenda di viale Monte Kosica; entrambi aperti dai saluti dell’assessora alle Politiche sociali, Accoglienza e integrazione, Roberta Pinelli.

“La composizione multiculturale, multireligiosa, multilingue della popolazione modenese è ormai consolidata – afferma l’assessora – la presenza di residenti di origine straniera a Modena è del 15,8% (pari a circa 29.400 persone) in costante aumento dal 2017 e quasi uguale alla soglia massima registrata nel 2012. Tra questi cittadini i giovani rappresentano il 21,6% della popolazione dai 15 ai 34 anni. Non possiamo prescindere dalla ricchezza che questi dati fotografano – continua Pinelli – una ricchezza che ha bisogno di politiche che devono necessariamente partire dall’ascolto delle tante voci che troppo spesso restano “al buio”.

“L’obiettivo dell’amministrazione comunale è delineare un modello di politica che promuova l’integrazione interculturale facendo propri gli strumenti messi a disposizione dalla rete del Consiglio d’Europa e calandoli nella realtà del territorio, attraverso una interlocuzione costante con la società, nelle sue diverse anime” conclude Pinelli.

I lavori prendono il via dalle 9 alle 11 nell’Aula Magna Ovest del Dipartimento di Economia Marco Biagi, in via Berengario 71 con il seminario “La discriminazione intersezionale: tra profili giuridici e vita quotidiana”. Dopo l’introduzione dell’assessora Pinelli, della delegata alle Pari Opportunità Unimore Tindara Addabbo e della presidente Cug Unimore Rita Bertozzi, interverranno Thomas Casadei del Crid Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e Uwaila Osawaru, Ngheya Sall, Barbra Aidoo, Ikbal Lamlihi, Valeria Salazar Casanova, Laura Muzzarelli, Amanda Adekunle del gruppo Black Lives Matter di Modena.

Dalle 18 alle 20 si svolge alla Tenda il dibattito pubblico su “La rappresentazione della donna nera nei linguaggi video”.

Dopo i saluti di Roberta Pinelli, Tindara Addabbo e Rita Bertozzi, parteciperanno al dialogo Antonella Capalbi, assegnista di ricerca Unimore; Anna Ferri di Arci Modena; Uwaila Osawaru, Ngheya Sall, Barbra Aidoo, Ikbal Lamlihi, Valeria Salazar Casanova, Laura Muzzarelli, Amanda Adekunle del gruppo Black Lives Matter di Modena.

Le iniziative sono ad accesso libero (consentito con green pass base e mascherina); per ulteriori informazioni si può scrivere un email ([email protected])

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...