Modena, nel weekend la città diventa “capitale” del pentathlon

In gara 225 atleti di tutte le età per il titolo nazionale Under 13 e per i due trofei Under 15 e Tetrathlon. L’assessora Baracchi: “Sinergie per un evento sportivo di livello nazionale”.

Modena, nel weekend la città diventa “capitale” del pentathlon.

Due giorni di gare, tre competizioni e oltre 220 atleti. Sono i principali numeri che caratterizzano l’appuntamento dedicato al pentathlon in programma a Modena sabato 22 e domenica 23 ottobre: per un week end la città diventa la “capitale” di questo sport. I migliori atleti e i giovani più talentuosi si sfidano, infatti, nel campionato italiano “Open” Under 13 e nei trofei nazionali “Open” Under 15 e Assoluto di Tetrathlon “Open”, per una triplice competizione aperta quindi a tutte le età, uomini e donne, provenienti dall’intero Paese. Le manifestazioni sono organizzate dalla Federazione Italiana Pentathlon Moderno (Fipm) in collaborazione con la società Pentathlon Modena, col patrocinio del Comune e del comitato regionale del Coni, e il pubblico può accedere liberamente agli impianti sportivi in cui si sviluppano le sfide: la polisportiva Saliceta San Giuliano e la piscina “Fanti” di corso Cavour 28.

Le gare sono state presentate in conferenza stampa oggi, giovedì 20 ottobre, nella sede del Pentathlon Modena, alla presenza dell’assessora allo Sport del Comune di Modena Grazia Baracchi, del delegato provinciale di Modena del Coni point Roberto Gianaroli, del responsabile nazionale promozione e sviluppo della Fipm Pier Paolo Alessandro e del responsabile del settore giovanile federale Simone Cavicchioli.

“L’appuntamento – commenta l’assessora Baracchi – non solo conferma, ancora una volta, come Modena sia una sede ideale per ospitare eventi sportivi di livello nazionale, peraltro in una fase in cui lo sport sta attraversando difficoltà legate all’incremento delle spese energetiche delle strutture. Ma attesta anche la capacità del territorio e dei soggetti che lo compongono di fare sinergie che danno valore alle manifestazioni, come in questo caso, appunto, in cui le gare si svolgono in parte alla polisportiva Saliceta San Giuliano e in parte alla piscina Fanti”.

“La società Pentathlon Modena rappresenta una realtà importante per il Coni e, quindi, per Modena – afferma Roberto Gianaroli – perché rappresenta un punto di riferimento per le attività giovanili che sviluppa sul territorio, per i ragazzi e le ragazze interessate a provare questa affascinante disciplina. Ma anche perché è capace, con i suoi atleti e con i suoi dirigenti, di conseguire risultati importanti a livello nazionale e internazionale, uno degli obiettivi che tutte le società si prefiggono”.

“Per noi molto è importante organizzare gare sul territorio – aggiunge Pier Paolo Alessandro – perché ci permette di consolidare il rapporto con l’Amministrazione, con i nostri partner, e perché completa l’attività di una associazione come la nostra, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche dal punto di vista sociale. Eventi del genere, oltre al valore sportivo, evidenziano anche le capacità organizzative del contesto sociale, dai tecnici ai volontari passando per i genitori dei ragazzi “.

Simone Cavicchioli sottolinea come “per gli atleti, i tecnici e le società, le competizioni rappresentino i momenti salienti per la verifica del lavoro giornaliero. Competere in casa, nella propria città, dà ancora più emozione e determinazione nel cercare di esprimersi al meglio. Dopo un periodo di latitanza, abbiamo ripreso la nostra tradizione nell’organizzare manifestazioni nazionali sportive a Modena. Siamo molto entusiasti di poter accogliere il pentathlon nazionale per cercare di offrire a tutti un’esperienza piacevole e una gara di alto livello”.

Nel dettaglio, le prove delle categorie Under 13 – Esordienti B e degli Under 15 – Esordienti A si concentrano sul nuoto e sul laser run (disciplina che combina la corsa e il tiro con pistola laser), mentre per gli Assoluti il trofeo di tetrathlon prevede, in aggiunta, anche la scherma, portando appunto le discipline a quattro. Gli iscritti sono in tutto 225, con una lieve maggioranza di atleti di sesso maschile rispetto a quello femminile: in particolare, gli Under 13 sono 85 (4 ragazzi e 42 ragazze), gli Under 15 sono 57 (28 ragazzi e altrettante ragazze) e i partecipanti tra gli Assoluti sono 83 (56 uomini e 27 donne).

Le discipline del pentathlon olimpico sono scherma (spada); nuoto (200 metri stile libero); equitazione (salto ostacoli); corsa (3.200 metri di corsa campestre); tiro a segno (pistola). Approfondimenti sul sito web della Federazione italiana pentathlon moderno (www.fipm.it).

Modena, nel weekend la città diventa “capitale” del pentathlon

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...