fbpx

Modena, il Palamolza “torna” alla città dopo i lavori di riqualificazione

Taglio del nastro e scopertura della targa per il campione internazionale Aldo Baraldi

Modena, il Palamolza “torna” alla città dopo i lavori di riqualificazione.

È in programma nel pomeriggio di domenica 26 novembre, nell’ambito di un ampio momento di sport e festa, la cerimonia pubblica di inaugurazione del Palamolza, che viene così riconsegnato alla città di Modena dopo i lavori di riqualificazione.

L’impianto sportivo di viale Monte Kosica è tornato a disposizione delle scuole e delle società per attività che ne valorizzino le potenzialità a favore della comunità e del territorio, anche grazie all’omologazione per la massima serie per la pallamano. Nell’occasione, inoltre, viene scoperta una targa in memoria di Aldo Baraldi, campione dell’hockey su pista, una delle discipline di “casa” al Palamolza. Baraldi, infatti, è “nato” sportivamente proprio in questi spazi, con un curriculum sportivo internazionale che lo ha visto anche “laurearsi” miglior giocatore ai Mondiali del 1962 in Cile e allenare la Nazionale indiana per quasi vent’anni.

Il taglio del nastro è previsto alle ore 16.30. Intervengono il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, l’assessora allo Sport Grazia Baracchi, il capo della segreteria politica della presidenza della Regione Emilia Romagna Giammaria Manghi e la presidente di Uisp Modena Vera Tavoni. Presenti anche alcuni familiari di Baraldi.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

L’inaugurazione si inserisce all’interno di un programma sportivo che si articola tra hockey su pista e pallamano. In particolare, il padiglione A alle 15 ospita la gara di hockey su pista, per la categoria under 11, tra la formazione modenese Aldo Baraldi Avia Pervia e Pesaro. Nel padiglione B, invece, si svolgono due incontri della Scuola di pallamano Modena: alle 15 è in programma la sfida tra la rappresentativa under 17 femminile della società modenese e Parma e alle 18.30 il match di serie B maschile sempre tra Modena e Parma.

modena

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×