Modena, alla tenda la settimana tra lettura, musica e teatro

In programma un reading dedicato a Scerbanenco e Ferrandino e la presentazione del volume di Marino Neri. Nel week end il live del Reinier Baas trio e le recite long form

Modena, alla tenda la settimana tra lettura, musica e teatro.

Si sviluppano tra la letteratura, la musica e il teatro gli appuntamenti di questa settimana alla Tenda, dove prosegue la rassegna culturale inserita nell’ambito delle attività proposte dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena.

Le iniziative nella struttura di via Monte Kosica sono a ingresso gratuito e l’accesso è consentito solo agli spettatori muniti di Green pass rafforzato e in possesso di mascherina Ffp2. Si consiglia la prenotazione sul sito web www.comune.modena.it/latenda.

Il calendario settimanale si apre mercoledì 6 aprile (ore 21) col quarto e ultimo appuntamento della kermesse “Il noir tra le righe” dedicata all’esplorazione della letteratura contemporanea del genere noir fra reading, storytelling e musica dal vivo, curata dal gruppo di attori, narratori e musicisti carpigiani del Collettivo SquiLibri.

La serata, intitolata “I milanesi ammazzano al sabato: i maestri del noir italiano”, è incentrata sulle figure di Giorgio Scerbanenco e Giuseppe Ferrandino.

Scerbanenco, nato a Kiev nel 1911 da padre ucraino e madre italiana, ha traghettato e trapiantato, negli anni dell’autarchia fascista, il genere noir grazie a un linguaggio essenziale e trame affilate come rasoi.

A seguire Ferrandino, autore di due soli romanzi noir ma in grado di diventare casi letterari per aver ridisegnato i confini e le regole del genere; tra l’altro “Pericle il nero” ha ricevuto di recente una trasposizione cinematografica con Riccardo Scamarcio come protagonista. Compongono SquiLibri Stefania Delia Carnevali, Eleonora De Agostini, Francesco Rossetti e Luca Zirondoli; le musiche sono a cura di Claudio Luppi e Daniele Rossi ed Enrico Pasini.

Giovedì 7 (ore 21) spazio al secondo appuntamento della rassegna “Cantautori su Marte. Incontri senza gravità sulla canzone d’autore” che invita a riflettere appunto sul cantautorato di oggi e di domani. Protagonista è Giovanni Truppi, cantautore attivo da oltre dieci anni e fresco dalla partecipazione al Festival di Sanremo col brano “Tuo padre, mia madre, Lucia” e della pubblicazione della raccolta “Tutto l’universo”. Sul palco, per un confronto con l’artista, c’è pure lo speaker radiofonico e giornalista Francesco Locane.

Spazio ai libri, invece, venerdì 8 (ore 21) con un nuovo incontro di “Dialogo con l’autore” a cura dell’associazione culturale L’Asino che vola. Nell’occasione il fumettista e illustratore Marino Neri presenta, intervistato da Stefano Ascari, la sua ultima graphic novel “La Tempesta” (Oblomov edizioni). Una “panne” e un temporale improvviso, una villa a ridosso di un lago e un dipinto enigmatico, un giovane uomo e una coppia di mezza età che si incontrano: l’arrivo imprevisto modifica gli equilibri e fa scoccare la scintilla di una disperazione soffocata per troppo tempo. Sotto il ritmo di una pioggia incessante, nel giro di una notte in tempesta, una escalation di accadimenti condurrà al più tragico e antico dei rituali umani e alla perdita dell’innocenza del protagonista.

C’è poi la musica dal vivo in programma sabato 9 (ore 21) per la rassegna di jazz e contaminazioni “Arts & jam #10” a cura dell’associazione Muse e di JazzOff Produzioni. In questo live si esibisce il Reinier Baas trio, formato da Baas (chitarra), Clemens van der Feen (contrabbasso) e Martijn Vink (batteria).

Chitarrista e compositore olandese di impronta “Diy”, Baas ha pubblicato i suoi ultimi album “Mokum in Hi-Fi” (2019) realizzato assieme al musicista Ben van Gelder e “Smash Hits” (2018) con Gelder e il vincitore di un Grammy Metropole Orkest. La sua composizione strumentale “Reinier Baas vs. Princess discombobulatrix” (2016) e il suo disco “‘Mostly improvised instrumental indie nusic” gli sono valsi entrambi un Edison award.

La sua musica è caratterizzata “da un senso della forma imprevedibile”, spiegano gli organizzatori del concerto.

Il programma settimanale alla Tenda si conclude domenica 10 alle 20.30 col long form di improvvisazione teatrale “Long stories – Storie improvvisate per voi”, a cura dell’associazione Improgramelot. Recitano, in due distinti momenti, Michela Barbuti, Silvia Bernardelli, Cinzia Gemmi, Fabio Guidetti, Maurizio Maffei, Alessandra Montisano, Beppe Palumbo, Mauro Venturelli e Marco Vignozzi (docente Mimmo Gerunda); ed Eugenio Bava, Serena Bisi, Francesco Limauro, Michela Masotti, Cristoforo Ramundi, Alessandro Ronchetti e Sharon Strano (docente Stefania Malaguti).

Informazioni via mail all’indirizzo [email protected].

Il cartellone completo e le modalità di prenotazione delle iniziative sono consultabili online su www.comune.modena.it/latenda e sulla pagina facebook “La Tenda”.

Modena, alla tenda la settimana tra lettura, musica e teatro

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...