Milano, termina la settima edizione di “Riccardo Muti Italian Opera Academy” alla Fondazione Prada

Milano, stasera alle ore 20 si concluderà la settima edizione di “Riccardo Muti Italian Opera Academy” alla Fondazione Prada a Milano (4-15 dicembre 2021) con l’esecuzione del Nabucco in forma di concerto presentato da Riccardo Muti e diretto dai giovani direttori d’orchestra.

Come ha dichiarato Miuccia Prada, “grazie a questa collaborazione con Riccardo Muti e la sua Academy, la Fondazione è diventata per undici giorni un luogo di ricerca musicale e di approfondimento culturale non solo per i dieci giovani talenti che hanno lavorato a stretto contatto con il Maestro, ma per centinaia di appassionati e studenti che, partecipando alle prove, hanno potuto cogliere l’importanza e la ricchezza dei suoi insegnamenti. La sua profonda passione e la generosità nei confronti delle nuove generazioni hanno rafforzato la nostra convinzione a considerare anche la musica classica come una delle espressioni culturali fondamentali per le nostre vite, ma soprattutto uno strumento coinvolgente e attrattivo per la crescita intellettuale dei più giovani.

Ieri sera, 14 dicembre 2021, il Maestro Muti ha diretto negli spazi del Deposito l’opera di Giuseppe Verdi alla guida dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e con il coro Cremona Antiqua sotto la direzione di Antonio Greco, alla presenza dei Presidenti della Fondazione Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, del Ministro della cultura Dario Franceschini, del Ministro della pubblica istruzione Patrizio Bianchi, del Direttore Generale della RM Italian Opera Academy Domenico Muti, del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, dell’Assessore alla cultura del Comune di Milano Tommaso Sacchi, del Segretario generale del Ministero per i beni e le attività culturali Salvatore Nastasi, del Presidente dell’Università Bocconi Mario Monti, del Sovrintendente del Teatro alla Scala Dominique Meyer, del Presidente della Triennale di Milano Stefano Boeri, della Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera Livia Pomodoro, del Primo ballerino étoile del Teatro alla Scala Roberto Bolle, del Direttore artistico del Teatro Arcimboldi di Milano Gianmario Longoni, della Direttrice del Teatro Franco Parenti di Milano Andrée Ruth Shammah e dell’artista Francesco Vezzoli.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Il progetto, presentato per la prima volta in collaborazione con Fondazione Prada, ha visto Riccardo Muti intraprendere un percorso di formazione rivolto a cinque giovani direttori d’orchestra e cinque maestri collaboratori al pianoforte provenienti da tutto il mondo e selezionati tra centinaia di candidature. I giovani direttori d’orchestra che si alterneranno nella direzione del concerto conclusivo sono: Giuseppe Famularo (Italia), Henry Kennedy (Gran Bretagna), Elinor Rufeizen (Israele), Cristian Spătaru (Romania) e CJ Wu (Taiwan). I giovani maestri collaboratori che hanno partecipato al percorso di prove sono: Raffaella Angelastri, Giacomo Anglani, Filippo Bittasi, Linda Piana e Cecilia Pronzato.

Gli interpreti dell’opera Nabucco sono: Serban Vasile (Nabucodonosor), Azer Zada (Ismaele), Riccardo Zanellato (Zaccaria), Gabrielle Mouhlen (Abigaille), Francesca Di Sauro (Fenena), Andrea Vittorio De Campo (Il Gran Sacerdote Di Belo), Giacomo Leone (Abdallo) e Vittoria Magnarello (Anna).


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...