Milano, Forum per la rigenerazione urbana

25 ottobre

Milano, Forum per la rigenerazione urbana.

Immaginare e discutere le future trasformazioni della città, raccontare i principali progetti che ne cambieranno soprattutto i quartieri meno centrali, e che sono l’occasione per orientarla sempre più verso una condizione policentrica, responsabile e attrattiva. Sono questi i temi sui quali l’Assessorato alla Rigenerazione urbana sta lavorando e che saranno al centro del Forum previsto dal 3 all’8 novembre prossimi.

Cinque incontri pubblici, un workshop dedicato al quartiere Crescenzago-Rubattino e tre itinerari che, nel fine settimana, guideranno i partecipanti nella scoperta delle potenzialità di futuro di altrettante aree della città, oggetto di interventi che ne cambieranno radicalmente il volto: Rubattino, dove arriveranno i nuovi laboratori della Scala, Bovisa che ospiterà il nuovo Campus del Politecnico con servizi connessi, la rifunzionalizzazione degli ex Gasometri e 240mila mq di verde, e l’ex Macello con il Campus internazionale dello IED (Istituto Europeo di Design), un distretto scientifico dedicato alla divulgazione delle tecnologie oltre a numerosi alloggi a prezzi accessibili.

È un’occasione per ragionare e confrontarci sulle sfide che ci attendono – commenta l’assessore Giancarlo Tancrediproseguendo nel solco di un percorso già segnato ma focalizzandoci ancora di più sugli obiettivi che riteniamo prioritari: una città policentrica, dove il gap di servizi e offerte tra centro consolidato e margini sia sempre più sfumato, che continui ad attrarre investimenti nazionali ed internazionali e che sia al contempo inclusiva e responsabile nei confronti dei suoi cittadini, sia dal punto di vista ambientale sia da quello della possibilità di accesso alla casa e ai servizi. Per questo ci proponiamo di spingere con maggiore forza sull’housing sociale, quindi sugli alloggi a prezzi accessibili, pensando soprattutto ai giovani e alle giovani coppie che vogliano studiare, lavorare e vivere qui, e al contempo ci stiamo attrezzando sempre di più anche per rispondere alle istanze ambientali: il Comune ha da poco aderito al C40 Clean Construction Accelerator, per favorire costruzioni e cantieri edili più sostenibili e a basso impatto ambientale, impegnandosi a dare priorità alla riconversione e ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente rispetto alle nuove costruzioni e al relativo consumo di suolo, peraltro nel solco dell’attuale Pgt che già va in questa direzione e di una prassi comunale ormai consolidata“.

GLI INCONTRI  
Il Forum si aprirà giovedì 3 novembre alle ore 10,30 a Palazzo Giureconsulti in piazza dei Mercanti. Il primo incontro si concentrerà sulle possibili risposte ai disequilibri sociali e sulle soluzioni per combattere la crisi climatica: insieme all’assessore Tancredi, ne parleranno gli architetti Cino Zucchi, Annalisa Metta, Simona Collarini e l’economista Ezio Micelli. A moderare, l’architetto Nina Bassoli della Triennale di Milano.

Sempre il 3 novembre a Palazzo Giureconsulti, ma dalle 17,30 alle 19,30, si parlerà dei progetti che concorrono a rendere Milano una ‘città attrattiva’, con l’urbanista Amanda Burden di Bloomberg Associates, già direttrice del Department of City Planning di New York, con cui ha guidato una delle più importanti operazioni di pianificazione della città. A moderare sarà Marco Minicucci, responsabile Strategy & Marketing di Milano&Partner.

Venerdì 4 novembre, a Palazzo Giureconsulti dalle 17,30 alle 19,30, l’incontro si concentrerà sulla ‘città policentrica’, quella in cui non sia più evidente una netta distinzione tra quartieri del centro e della periferia. Ne parla l’architetto paesaggista Michel Desvigne insieme all’architetto Simona Collarini.

Lunedì 7 novembre, presso lo spazio Step FuturAbility District in piazza Olivetti, dalle 17,30 alle 19,30 si parlerà della ‘città responsabile’, che vuole mettere al centro i cittadini, le cittadine e l’ambiente nella costruzione del suo futuro. Ne discuteranno alcuni degli amministratori di Milano, gli assessori Elena Grandi (Verde e Ambiente), Lamberto Bertolé (Welfare e Salute), Elena Lattuada (delegata alle Pari Opportunità). Intervento in streaming di Emmanuel Grégoire, vicesindaco di Parigi, responsabile di urbanistica, architettura, del progetto Grand Paris, dei rapporti con gli arrondissements e della trasformazione delle politiche pubbliche. Modera Davide Agazzi (cofondatore di FROM).

Martedì 8 novembre la giornata conclusiva: alle 10,30, presso l’auditorium Cerri di via Valvassori Peroni 56, si svolgerà un workshop dedicato allo studio d’area Crescenzago-Rubattino; dalle 17,30 alle 19,30, presso la Triennale di viale Alemagna, l’assessore alla Rigenerazione urbana Giancarlo Tancredi illustrerà i dieci progetti più rappresentativi delle prossime trasformazioni di Milano.

GLI ITINERARI  
Sabato 5 novembre: dalle 10,30 alle 12 visita al quartiere Rubattino, con partenza da piazza Rimembranze di Lambrate; dalle 14,30 alle 16 visita alla Bovisa, con ritrovo davanti al palazzo del Comune di via Durando 38/A.

Domenica 6 novembre: dalle 14,30 alle 16 visita al parco di Porta Vittoria e all’ex Macello, con partenza dalla Palazzina Liberty del parco Marinai d’Italia.

Per partecipare agli itinerari, che verranno guidati da personale dell’Assessorato, progettisti e sviluppatori, occorre prenotarsi sulla piattaforma dedicata.
La partecipazione è libera fino ad esaurimento (disponibilità massima 100 posti per ogni itinerario).
Tutte le informazioni sul Forum.

Tutti gli appuntamenti saranno disponibili anche in streaming sul sito del Comune alla pagina WebTvRadio.

Milano, Forum per la rigenerazione urbana

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...