Milano, food policy: a Rio De Janeiro la premiazione dei Milan Pact Awards 2022

Cresce il Milan Urban Food Policy Pact, la Vicesindaco Scavuzzo all’apertura della cerimonia: premiate le città che hanno messo in campo le migliori pratiche per sistemi alimentari sostenibili.

Milano, food policy: a Rio De Janeiro la premiazione dei Milan Pact Awards 2022.

Sempre più città nel mondo impegnate per combattere il cambiamento climatico attraverso la trasformazione del sistema alimentare. È il messaggio che emerge dall’ottava edizione del Global Forum del Milan Urban Food Policy Pact ospitato quest’anno da Rio de Janeiro e che ieri ha visto la cerimonia di premiazione delle città che si sono impegnate in questo anno nel mettere in campo pratiche di successo per creare sistemi alimentari sostenibili.
La cerimonia ha visto la presenza della Vicesindaco e assessore con delega alla Food Policy Anna Scavuzzo, che ha partecipato alla premiazione dei Milan Pact Awards 2022 giunti quest’anno alla loro sesta edizione, tra le più partecipate di sempre con oltre 250 pratiche raccolte dalla Segreteria del Mufpp da aprile a giugno 2022, a dimostrazione di come ci sia interesse crescente da parte dei sindaci di tutto il mondo alle politiche alimentari.

“Finalmente torniamo a premiare in presenza le città del Milan Urban Food Policy Pact per le loro azioni concrete nel rendere sostenibile, equo e sano il sistema alimentare – ha sottolineato Anna Scavuzzo -. In questa edizione sono emersi nuovi trend e filoni di lavoro per le città che più che mai oggi devono affrontare la sfida della sostenibilità e che hanno scelto di farlo partendo dal cibo e dalle comunità urbane. Tante adesioni che permetteranno di monitorare anche l’implementazione delle azioni delle città nelle 6 categorie del Patto attraverso un monitoring framework condiviso con agenzie internazionali quali FAO e RUAF. Un grazie particolare alla città di Rio che ha ospitato per la prima volta un evento internazionale del Mufpp in Sud America”.

Alla cerimonia presente anche il Sindaco di Rio de Janeiro, Eduardo Paes, che ha tenuto a ringraziare Milano e il suo Mufpp: “Il Patto di Milano si occupa di fame, ma anche di cambiamenti nei processi di produzione alimentare. È un onore per noi ospitare un evento internazionale che tratta un argomento così importante. Con Prato Feito Carioca, con le Cucine Comunitarie Carioca, cerchiamo di ampliare le politiche pubbliche per chi ne ha bisogno. E abbiamo anche un programma molto importante, Hortas Cariocas, che stiamo ampliando”.
In questa edizione più di 60 città hanno presentato una pratica per la prima volta, dimostrando che anno dopo anno tutte le città aderenti al MUFPP sentono sempre più il bisogno di condividere le loro esperienze e sfide con la rete. Attraverso i premi del Patto di Milano emergono anche gli sforzi che le città di tutto il mondo stanno facendo per cambiare i loro sistemi alimentari al fine di essere più sostenibili e sani, mitigando gli effetti dei cambiamenti climatici che stanno avendo un impatto sull’intero sistema alimentare: dalla produzione alla distribuzione e consumo. I Milan Pact Awards sono infatti stati lanciati nel 2016 dal Comune di Milano e dalla Fondazione Cariplo, e rappresentano ancora oggi uno strumento per innovare le politiche alimentari delle 250 città firmatarie di tutto il mondo e diffonderne le buone pratiche.
“Sosteniamo il Segretariato del Milan Urban Food Policy Pact sin dal suo inizio, convinti che per fare innovazione sia indispensabile stimolare e connettere esperienze – conferma Giovanni Fosti, Presidente di Fondazione Cariplo -. I risultati presentati e la straordinaria partecipazione all’evento di Rio confermano che lavorare insieme è la via per il contrasto alla povertà alimentare, lo sviluppo di una corretta educazione al cibo e la riduzione dello spreco: tutti elementi che hanno lo scopo di migliorare la qualità della vita e la salute delle singole persone, in modo inclusivo e in un’ottica di sostenibilità ambientale”.
In questa edizione, la presenza dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo – AICS, suggella la convenzione tra questa e il Milan Urban Food Policy Pact. “Per la prima volta l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo partecipa in qualità di valutatore ai Premi – ha sottolineato il direttore dell’AICS Luca Maestripieri -. L’intenso processo di valutazione delle pratiche è stato per noi un’occasione per approfondire i temi della trasformazione dei sistemi alimentari e su cosa può fare una città per creare un ambiente favorevole ai suoi cittadini. Una grande esperienza che segna l’inizio della preziosa collaborazione tra la nostra Agenzia e il Milan Urban Food Policy Pact”.

Milan Pact Awards 2022 – I premiati 
La giuria internazionale di esperti ha valutato le pratiche e ha assegnato a 6 città il punteggio più alto in ciascuna categoria del Patto di Milano: Governance, Diete e nutrizione sostenibili, Equità sociale ed economica, Produzione alimentare, Fornitura e distribuzione alimentare e spreco alimentare.
I vincitori per ogni categoria sono stati:
– Governance: New York (Stati Uniti) – Il piano di sviluppo di New York City per gli acquisti pubblici
– Diete sane e sostenibili: Addis Abeba (Etiopia) – Programma di alimentazione scolastica di Addis Abeba
– Equità sociale ed economica: Rourkela (India) – E-Cool Mandi
– Produzione alimentare: Rosario (Argentina) – Produzione alimentare agro ecologica a Rosario
– Fornitura e distribuzione di cibo: Yeosu (Corea del Sud) – Strategia per proteggere i talenti e le piccole aziende agricole
– Spreco  alimentare: Londra (Regno Unito) – Il Piano di riduzione dei rifiuti alimentari a Londra
Considerando l’impressionante numero di proposte ricevute quest’anno e l’elevata qualità di tali contributi, il Comitato di valutazione ha deciso di riconoscere 3 Menzioni Speciali aggiuntive per ciascuna categoria:
– Governance: Araraquara (Brasile), Mouans-Sartoux (Francia), Vancouver (Canada)
– Diete sane e sostenibili: Copenhagen (Danimarca), Parigi (Francia), Torres Vedras (Portogallo)
– Equità sociale ed economica: Los Angeles (Stati Uniti), Melbourne (Australia), Wroclaw (Polonia)
– Produzione alimentare: Bandung (Indonesia), Curitiba (Brasile), Città del Messico (Messico)
– Fornitura e distribuzione alimentare: Baltimora (Stati Uniti), Barcellona (Spagna), Lione (Francia)
– Spreco alimentare Cincinnati (USA), Guelph (Canada), Quelimane (Mozambico)

Questa edizione degli MPA mostra quanto sia stato notevole lo sforzo di alcune aree come l’Eurasia e il Sud Ovest asiatico, con la presentazione di 31 pratiche, e del Nord e Centro America, con 38 pratiche. Le città europee hanno ancora il più alto tasso di partecipazione.
Il ruolo chiave del Comitato di Valutazione, composto da esperti provenienti da tutto il mondo che negli anni hanno collaborato a diversi progetti con il Milan Urban Food Policy Pact, è stato quello di collegare le strategie e gli impegni delle città sulla trasformazione del sistema alimentare.

Le organizzazioni che hanno contribuito all’edizione
Città di Milano (Fondatore e Co-chair)
Fondazione Cariplo (Fondstore e and Co-chair)
Cape Town University
City University of New York
EAT Foundation
EIT Food
Commissione Europea
FAO
GAIN
Guangzhou Institute for Urban Innovation
AICS – agenzia italiana per la cooperazione internazionale
National University of Rosario
Singapore University of Technology and Design
The Earthshot Prize
UNESCO Chair in World Food Systems
WHO
World Bank
World Economic Forum
World Food Programme

Il Milan Urban Food Policy Pact 
Il Patto di Milano è l’eredità lasciata dall’Esposizione Universale “Expo Milano 2015” Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Si tratta di un accordo firmato da 250 sindaci in tutto il mondo per “sviluppare sistemi alimentari sostenibili che siano inclusivi, resilienti, sicuri e diversificati, per fornire cibo sano e accessibile a tutte le persone in un quadro basato sui diritti umani, che riduca al minimo gli sprechi e conservi biodiversità mitigando gli impatti dei cambiamenti climatici”. Il suo obiettivo principale è sostenere le città che desiderano sviluppare sistemi alimentari urbani più sostenibili incoraggiando la cooperazione e lo scambio di buone pratiche.
250 città nel mondo hanno deciso di aderire al Patto di Milano con l’obiettivo di cambiare i loro contesti locali e promuovere una maggiore equità, salute e accesso a cibi sicuri e nutrienti. Questo è lo sforzo richiesto dai responsabili politici per raggiungere l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Milano, food policy: a Rio De Janeiro la premiazione dei Milan Pact Awards 2022

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...