Milano, domani l’apertura di ‘SCIENZALAND’

2000 MQ DI POSTAZIONI VIRTUALI, ROBOT, ESPERIMENTI SCIENTIFICI E PERFINO UNA CASA SOTTOSOPRA DI 120 MQ, PER DIVERTIRSI CON LA SCIENZA

 

GARANTITO IL RISPETTO DEL DISTANZIAMENTO SOCIALE E DELLE NORME ANTI CONTAGIO: TUTTO IL PERCORSO ESPOSITIVO SEGUE I PROTOCOLLI DI SICUREZZA ANTI COVID-19 E DI SANIFICAZIONE

Milano, 09 Ottobre 2020 – È pronta la grande avventura di “ScienzaLand”: la mostra didattica e interattiva che avrà come fiore all’occhiello un’enorme Casa Sottosopra di oltre 120 mq (FOTO ALLEGATE) dove i visitatori avranno l’illusione di rivivere a testa in giù le normali attività che di solito sperimentano fra le mura domestiche come: accendere la tv, attivare la lavatrice, aprire il forno, passare l’aspirapolvere e distendersi a letto. L’evento espositivo, www.scienzaland.it vuole dimostrare che la scienza può divenire intrattenimento, e perfino spettacolo, divertendo tutta la famiglia e da DOMANIsabato 10 ottobre aprirà i battenti al pubblico nella sede di via privata Giovanni Ventura 15 a Milano LambratePer razionalizzare gli ingressi in sicurezza è consigliata la prenotazione dell’ingresso nella prevendita on line https://www.ticketone.it/artist/scienzaland/. La filosofia della mostra, che porta il marchio di qualità delle società specializzate in mostre di successo: Venice Exhibition e Webn’Go , è il “learning by doing”, caposaldo del metodo didattico ed educativo anglosassone e delle più efficaci teorie riabilitative del percorso psicoterapeutico. Consiste, in sintesi, nell’imparare facendo e sperimentando nel concreto in oltre 2000 metri quadri di attrazioni inedite che coinvolgeranno tutta la famiglia nell’apprendimento scientifico divertendosi con gli esperimenti proposti dalle 40 macchine interattive, esplorando un’intera area dedicata al mondo delle illusioni con ambientazioni fantastiche da fotografare e condividere, per finire con una vera e propria immersione nella realtà virtuale con la più grande sala VR esperienziale da 30 postazioni.

“Tutte le macchine interattive all’interno di ScienzaLand” spiega Mauro Rigoni, amministratore unico di Venice Exhibition “sono in realtà laboratori sperimentali, ideate in linea con le indicazioni ministeriali permettendo a chiunque di approfondire materie come: scienze, matematica, natura, biologia, musica, corpo umano, energia solare, elettricità ed ottica. La visita condurrà bambini, ragazzi ed adulti attraverso sperimentazioni dal vivo nelle 40 stazioni interattive che in modo intuitivo, immediato ed in sicurezza inducono ragionamenti per arrivare alla comprensione profonda dei concetti scientifici sottesi ad ogni esperimento stimolando l’osservazione, l’ingegno, la capacità di mettersi in gioco, superando la timidezza di esporsi, puntando a pratiche di problem solving e cooperative learning”. Per imparare e rendersi conto dal vero la parola d’ordine diventa sperimentare, anche l’impossibile. “A ScienzaLand infatti” aggiunge Fabio Visentin, ceo di Webn’Go “chiunque potrà provare esperienze visive, sensoriali ed educative uniche e mai viste al limite delle possibilità umane cimentandosi nelle 30 stazioni di realtà virtuale della sala VR più grande d’Europa. Fra le esperienze ad alto tasso di adrenalina che saranno possibili: assistere alla devastazione provocata dall’impatto di un asteroide contro la Terra, lanciarsi con il Bob Supersonico, rivivere l’epoca dei dinosauri. Inoltre: scendere a 300km/h con la tuta alare attraverso le montagne, provare il brivido di camminare sopra i grattacieli e moltissime altre meraviglie immersive”.

 “Per garantire la sicurezza sanitaria di tutti, oltre che dei visitatori anche degli operatori museali impiegati a ScienzaLand” garantiscono gli allestitori “è stato predisposto il controllo della temperatura all’ingresso, obbligo della mascherina e gel disinfettante per le mani. Inoltre un piano di sanificazione costante con pulizia a ciclo continuo giornaliero scaglionata ad ogni passaggio di visitatori all’interno delle sale della mostra. Saranno previste inoltre entrate contingentate in piccoli nuclei famigliari, con la presenza di personale specializzato per sorvegliare ed istruire il pubblico sui distanziamenti. Tutto il percorso espositivo è stato pensato, sia nell’itinerario interno che ha tenuto ben distinti ingresso ed uscita, sia nelle ipotetiche aree di stazionamento nelle quali verrà mantenuta la fluidità di visita, per rispettare al massimo i protocolli sicurezza”. “Altro aspetto” concludono gli organizzatori “i gruppi per ora non potranno prenotare on line dal portale della mostra o dal circuito Ticketone, perché stiamo attendendo l’ufficialità delle linee guida anti Covid-19 che ci permetteranno di gestirli in tutta sicurezza”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...