MILANO, COMUNE E LICEO VOLTA INSIEME PER LA TERZA EDIZIONE DI COLORAID

237

Il Comune di Milano e gli studenti del Liceo scientifico statale ‘Alessandro Volta’ collaborano alla realizzazione della terza edizione di ColorAid, l’iniziativa di edilizia etica promossa da Radio Colore e Colore & Hobby, testate specializzate nel settore dell’edilizia, che, attraverso il colore, unisce le aziende del settore edile in azioni di riqualificazione di strutture utili alla comunità.

Dopo il successo delle prime due edizioni durante le quali gli interventi hanno interessato, nel 2017, la ristrutturazione di Casa Accoglienza Arché, che ospita diversi nuclei familiari mamma-bambino bisognosi di supporto e, nel 2018,  due centri sprar di Caronno Pertusella, il terzo cantiere verrà aperto nel Centro Diurno Disabili Cherasco, un luogo che accoglie durante il giorno persone con disabilità gravi per migliorare la qualità della loro vita, sviluppandone le potenzialità e favorendone la socializzazione.
I lavori di ristrutturazione inizieranno domani e, nell’arco di poche settimane, permetteranno di riqualificare e riprogettare cromaticamente la struttura, anche grazie al coinvolgimento dei ragazzi del liceo Volta nell’ambito dei progetti di alternanza scuola-lavoro.

“Siamo felici di aver colto l’occasione – dichiarano la vicesindaco Anna Scavuzzo e l’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino – di partecipare a un progetto di grande valore educativo e sociale come ColorAid, mettendo a disposizione una delle nostre strutture. Questa iniziativa, infatti, ha un doppio obiettivo: rendere i luoghi dedicati al sociale più belli e accoglienti per chi li frequenta e insieme coinvolgere gli studenti in un progetto educativo molto interessante e che confidiamo possa esser replicato. Un’esperienza di alternanza scuola/lavoro che si apre alla città e ai cittadini in modo innovativo”.

 “Il comparto dell’edilizia – afferma Vieri Barsotti, editore e direttore di Colore & Hobby e Radio Colore – è trainante per tutte le economie, anche per quella italiana. Con ColorAid il nostro obiettivo è quello di potenziare un modello virtuoso di edilizia etica capace di farsi carico di un impegno sociale importante, attraverso il coinvolgimento di realtà sane e dinamiche che si impegnano ogni giorno con grande serietà e professionalità nel proprio lavoro e che hanno scelto di fare qualcosa in più per la collettività”.

“Il colore – spiega Giovanni Napolitano, vicepresidente di Anvides e responsabile del cantiere di ColorAid – ha un’influenza percettiva molto forte sulle persone e, di conseguenza, una progettazione cromatica efficace ha un potenziale enorme per sviluppare benessere e per creare un ambiente confortevole e rassicurante”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...