MILANO: CIBO, INCLUSIONE SOCIALE, QUALITA’ DELLA VITA E INNOVAZIONE ALLA FONDAZIONE FELTRINELLI CON “FOOD FOR ALL”

398

Milano. Una settimana, da lunedì 7 a sabato 12 maggio, per riflettere sul diritto al cibo, inclusione sociale, qualità della vita e innovazione con FOOD FOR ALL! Alla Fondazione Feltrinelli

Dalla biodiversità ai suoni rock delle cucine, dai miti e simboli religiosi in grado di raccontare la diversità del cibo con Alberto Melloni alla tradizione e identità milanese ricordando Gualtiero Marchesi. Poi le innovazioni che meglio sposano la sostenibilità insieme a Enrico Giovannini (ASviS), laboratori divertenti per affrontare la sfida di un’alimentazione sana ed equilibrata per tutti e le abitudini del Belpaese in un reading semiserio di Mattia Torre.

Per affrontare questi temi Fondazione Giangiacomo Feltrinelli propone Food for All! Cibo diverso, cibo per tutti. Da lunedì 7 – giorno dell’inaugurazione istituzionale di Milano Food City che avverrà nella sede della Fondazione di viale Pasubio, a sabato 12 maggio. Una settimana di riflessioni e soluzioni con laboratori didattici al mattino, tavoli di lavoro il pomeriggio, talk e dibattiti di riflessione scientifica, serate con concerti, reading, proiezioni cinematografiche e una mostra dedicata alla Carta di Milano dei bambini sul diritto al cibo.

Tanti temi per un palinsesto multiforme: l’accesso a un’alimentazione sana ed equilibrata per tutti al centro dell’esposizione dedicata ai valori della Carta di Milano dei bambini, la convivenza di conoscenze e rituali nelle diverse religioni oggetto di analisi tra lo storico Alberto Melloni e il coordinatore del Collegio Rabbinico Italiano Gianfranco Di Segni. La valorizzazione di tradizione e identità milanese, nata anche dalle visioni gastronomiche di Gualtiero Marchesi, al centro di un talk in collaborazione con Fondazione Gualtiero Marchesi tra lo chef Andrea Berton e giovani talenti, il confronto con le culture più lontane affrontate con bambini e insegnanti nei laboratori didattici in collaborazione con ActionAid, Il Sandalo EquoSolidale-Altromercato e Step4, il radicalismo della filosofia vegana con lo chef Pietro Leemann. Poi musica, cinema e teatro per un racconto inedito sulla diversità del cibo: un ritratto ironico del Belpaese a tavola nel reading dell’autore della serie cult Boris Mattia Torre, funk e cucina in un concerto per palati e orecchie con l’artista emergente Gentile, bicchieri e chitarre, clarinetto e posate nella performance musicale del creativo Fabio Bonelli e, infine, un documentario in anteprima nazionale dedicato al cibo italiano emigrato in America.

_LABORATORI DIDATTICI e mostra Carta di Milano dei Bambini

Per i più piccoli una riflessione su sostenibilità, nutrizione e alimentazione con cinque incontri didattici destinati alle scuole e alle famiglie. In collaborazione con alcune realtà fra cui ActionAid, Sandalo EquoSolidale-Altromercato e Step4, i laboratori introducono diversi modi di produrre, mangiare, distribuire e condividere il cibo riducendo lo spreco. Ai bambini e ai ragazzi è dedicata anche la mostra sulla Carta di Milano dei Bambini, elaborata da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in occasione di Expo 2015. Un percorso a tappe, aperto al pubblico dal 7 al 12 maggio, che attraverso immagini e testi educa al diritto al cibo e al senso di responsabilità collettiva.

_SOLUTIONSLAB, uno sguardo su pratiche e soluzioni per il cibo sostenibile

In un futuro prossimo che vede la popolazione arrivare entro il 2050 a 10 miliardi di abitanti, la riflessione dei SolutionsLab, occasioni di dialogo e confronto con stakeholder, start up e imprese, punta a condividere buone pratiche, soluzioni e case history su salute, qualità della vita, innovazione tecnologica e sociale nel comparto alimentare, particolarità dei territori. Si inizia giovedì 8 maggio, alle 15.00, con Comune di Milano, Fondazione Cariplo e CiEsseVi, Centro Servizi per il Volontariato della Città Metropolitana, con un incontro sul recupero delle eccedenze alimentari nei diversi quartieri di Milano. Tra gli appuntamenti in collaborazione con Tavolo Giovani Food della Camera di Commercio di Milano, MonzaBrianza e Lodi, venerdì 11 maggio alle 15.00, un tavolo dedicato al valore culturale del cibo passa in rassegna la varietà dei patrimoni territoriali e le rispettive realtà produttive.

_TALK, riflettere sulla diversità alimentare

Si parte con un omaggio a Gualtiero Marchesi dedicato all’identità e alla tradizione gastronomica milanese in un confronto con le diverse tipicità del nostro Paese. Martedì 8 maggio alle 19.00, in collaborazione con la Fondazione Gualtiero Marchesi, lo chef Andrea Berton ricorda in un dialogo intergenerazionale insieme ad alcuni giovani talenti della scena nazionale, il maestro con cui ha iniziato la propria avventura professionale, divenendone prima testimone e poi innovatore.

Sostenibile e sano: quali saranno le virtù del cibo di domani? A indagare il nesso fra stili alimentari differenti e salute, mercoledì 9 maggio alle 19.00, in collaborazione Fondazione Umberto Veronesi, Pietro Leemann, fondatore del ristorante Joia e Joia Academy; Elena Dogliotti, biologa nutrizionista, divulgatore e supervisore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi, e Beatrice Mautino, blogger di I divagatori scientifici. Un inedito percorso narrativo si snoda sul concetto di identità, a partire da quelle cristiana ed ebraica, giovedì 10 maggio alle 19.30, insieme ad Alberto Melloni, storico delle religioni e titolare della Cattedra Unesco sul pluralismo religioso e la pace dell’Università di Bologna e Gianfranco Di Segni, biologo e Coordinatore del Collegio Rabbinico Italiano.

La sostenibilità può essere intesa come leva di progresso, grazie alle innovazioni tecnologiche della Rivoluzione 4.0? Rispondono venerdì 11 maggio alle 19.00, Enrico Giovannini, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), Salvatore Veca, presidente onorario di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ed Enrica Chiappero Martinetti, Direttore dello Human Development, Capability and Poverty–International Research Centre dell’Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS) di Pavia.

_Serate CIBO AD ARTE, musica, cinema e teatro raccontano le diversità del cibo

Punk, rock e cucina milanese: Ricetta per una canzone è il concerto live che, martedì 8 maggio alle 21.00, in collaborazione con Barley Arts, mescola spezie e ingredienti con le note funk, r’n’b e soul della musica. Cimentandosi ai fornelli, l’artista Gentile, giovane emergente della scena musicale romana, si racconta a 360 gradi, stuzzicando orecchie e palati del pubblico.

Il rapporto, ironico e morboso, degli italiani con il cibo: mercoledì 9 maggio alle 21.00, Mattia Torre, sceneggiatore, regista e autore di serie cult come Boris, presenta un ritratto dell’Italia nel monologo Gola: il testo stigmatizza il nostro Paese attraverso le abitudini alimentari, le sue voragini psichiche e un simbolismo unico nel suo genere che rendono la tavola lo specchio del Paese. Il monologo è interpretato dall’attore Valerio Aprea. A seguire quattro giovani artisti interpretano attraverso pittura, fotografia, coreografia, il rapporto fra uomo e acqua, oggetto di alcuni progetti di ricerca condotti dall’Osservatorio su Idee e Pratiche per un Futuro sostenibile.

Italian food on the road, ovvero il viaggio del cibo italiano nell’America del Nord e del Sud. In anteprima nazionale, il 10 maggio alle 21.00, il documentario E il cibo va (Food on the Go, Argentina – Italia – Usa, 2017) racconta, a cento anni dalle migrazioni che hanno visto migliaia di italiani partire alla volta dell’American Dream, la nascita di una cultura gastronomica fatta di diversità, tradizioni e confronti con l’altro.

L’arte culinaria in musica. Fabio Bonelli, creativo e musicista che dal 2007 porta in giro per il mondo i suoni della cucina, accompagnati da chitarra, clarinetto e fisarmonica, propone venerdì 11 maggio alle 21.00, il concerto-performance Musica da cucina. Un dialogo musicale dove gli strumenti delle cucine e i rumori delle case d’Italia si fanno spettacolo.

Food for All! è realizzato grazie al contributo di Amadori, illycaffè, Intesa Sanpaolo

Presso la FONDAZIONE FELTRINELLI in viale Pasubio 5, a Milano

Articolo di Lorenzo Chiaro

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...