MILANO. ANTONELLO VENDITTI IN CONCERTO

355

Milano, il 30 novembre 2019 all’Assago forum, torna in concerto Antonello Venditti. Grazie allo straordinario successo di pubblico ottenuto in questi mesi con i suoi concerti-evento in tutta Italia, Antonello Venditti torna a grande richiesta nella capitale, la quinta volta in un anno. Un anno eccezionale, in cui ogni regione d’Italia gli ha consegnato serate sold out davanti ad un pubblico incantato da più di tre ore di musica e poesia. Spettacoli ogni volta unici, uniti solo dalla stessa potente emozione che quelle canzoni, dopo 40 anni, riescono sempre a regalare.

Antonello Venditti accompagnato dalla sua band storica, ripropone i brani di un album che ha segnato per sempre il corso della musica italiana, oltre alle canzoni più amate del suo repertorio, tra cui Giulio Cesare, Ci vorrebbe un amico, Roma Capoccia, Notte prima degli esami, Amici mai, Grazie Roma, Benvenuti in paradiso, riuscendo a riunire, grazie alla scelta di una scaletta e di un allestimento potenti, generazioni diverse e apparentemente lontanissime, sotto la stessa costellazione.

Nel 1978, anno della sua pubblicazione, Sotto il segno dei Pesci ebbe un forte impatto sul Paese, sia a livello musicale che culturale. Tra tematiche fortissime e attuali mai affrontate prima in maniera così esplicita in una canzone (come in Sara, o Giulia), brani dagli arrangiamenti modernissimi e rivoluzionari (come Sotto il segno dei Pesci, che ancora oggi è un’inesauribile fonte di ispirazione per i nuovi cantautori it-pop) e tracce che sono una preziosa testimonianza della scena musicale anni ’70 (come Francesco, dedicata all’amico Francesco De Gregori), l’album riuscì a farsi strada nel cuore e nell’immaginario italiano.Grazie allo straordinario successo di pubblico ottenuto in questi mesi con i suoi concerti-evento in tutta Italia, Antonello Venditti torna a grande richiesta nella capitale, la quinta volta in un anno. Un anno eccezionale, in cui ogni regione d’Italia gli ha consegnato serate sold out davanti ad un pubblico incantato da più di tre ore di musica e poesia. Spettacoli ogni volta unici, uniti solo dalla stessa potente emozione che quelle canzoni, dopo 40 anni, riescono sempre a regalare.

Antonello Venditti accompagnato dalla sua band storica, ripropone i brani di un album che ha segnato per sempre il corso della musica italiana, oltre alle canzoni più amate del suo repertorio, tra cui Giulio Cesare, Ci vorrebbe un amico, Roma Capoccia, Notte prima degli esami, Amici mai, Grazie Roma, Benvenuti in paradiso, riuscendo a riunire, grazie alla scelta di una scaletta e di un allestimento potenti, generazioni diverse e apparentemente lontanissime, sotto la stessa costellazione.

Nel 1978, anno della sua pubblicazione, Sotto il segno dei Pesci ebbe un forte impatto sul Paese, sia a livello musicale che culturale. Tra tematiche fortissime e attuali mai affrontate prima in maniera così esplicita in una canzone (come in Sara, o Giulia), brani dagli arrangiamenti modernissimi e rivoluzionari (come Sotto il segno dei Pesci, che ancora oggi è un’inesauribile fonte di ispirazione per i nuovi cantautori it-pop) e tracce che sono una preziosa testimonianza della scena musicale anni ’70 (come Francesco, dedicata all’amico Francesco De Gregori), l’album riuscì a farsi strada nel cuore e nell’immaginario italiano.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com