Milano, al Manzoni “Quel pomeriggio di un giorno da star!”

348

Una commedia fresca, a tratti esilarante e attualissima che proietta la realtà della crisi economica nel mondo delle fiction televisive. Come se tutto, persino una tragedia, può diventare spettacolo grazie ad uno smartphone e al cinismo di un’anchorwoman.

Questo il senso di “Quel pomeriggio di un giorno da star! , la commedia scritta da Gianni Clementi su idea di Corrado Tedeschi e portata in scena dal noto ex conduttore tv insieme al regista Gianni Coltorti, una splendida “spalla”, a Brigitta Boccoli, new entry di questa “piccola compagnia teatrale” e degli ottimi comprimari Patric ia Vezzuli, Claudio Moneta e Tullio Sorrentino. La vicenda ispirata al fil con Al Pacino “quel pomeriggio di un giorno da cani”, narra la vicenda di Ambrogio Fumagalli, un piccolo imprenditore fondamentalmente onesto, che sta attraversando un periodo di grave difficoltà economica. Oppresso dai debiti, all’arrivo dell’ennesima cartella erariale, sprofonda nella disperazione. Inoltre, un suo amico della Guardia di Finanza lo avverte che è oggetto di un’inchiesta e i suoi telefoni sono sotto controllo.

Ambrogio non sa davvero che pesci prendere, finché nella sua mente si fa strada l’unica soluzione possibile: una rapina in banca. Al centro della commedia l’attualità, in fondo un finale amaro. Al teatro Manzoni fino al 20 maggio, pre 20.45 www.teatromanzonimilano.it


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...