Lee Ranaldo torna a Milano per un ciclo di concerti in Fondazione Feltrinelli

292

Torna la musica in Fondazione Feltrinelli

Natural Disruptors

A cura di Lee Ranaldo, fondatore dei Sonic Youth

 

Torna il percorso di ricerca musicale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli: in occasione di Stagione Alternativa tre serate inedite – il 9, il 22 novembre e il 6 dicembre – a cura del pioniere del rock sperimentale Lee Ranaldo, chitarrista e fondatore dei Sonic Youth. Suoni e voci per tracciare strade e visioni innovative nel panorama musicale contemporaneo: elettronica e classica contemporanea, sound art e avant-folk, sono i terreni di innesco del ciclo Natural Disruptors il cui programma annovera Mary Lattimore dagli Stati Uniti e Yuri Landman dai Paesi Bassi (9 novembre), il pirotecnico duo Xylouris White da Creta e Australia (22 novembre), Lee Ranaldo stesso (6 dicembre) in una performance audiovisiva e site specific con chitarra sospesa. Tutte le serate iniziano alle 21.00, i concerti si tengono in viale Pasubio 5 a Milano.

 

“Music has the power and the grace, listen with open ears and you may find your thoughts
rewired. We will make room for something new. New routes, new roots. Natural disruptors”.
(Lee Ranaldo, New York, Settembre 2019)

 

Si parte sabato 9 novembre con Mary Lattimore e Yuri Landman: Mary Lattimore (Usa / Ghostly International), arpista originaria della Pennsylvania da tempo residente a Los Angeles, si muove tanto negli ambienti della classica contemporanea quanto nei circuiti dell’underground. Ha all’attivo numerosi album solisti, adorati da critica e addetti ai lavori, e vanta collaborazioni con personaggi come  Kurt Vile, Grouper, Thurston Moore, Meg Baird e Steve Gunn. Unendo i suoni dell’arpa e sottili, calibrati, innesti di elettronica, Mary realizza una ambient music ovattata e lunare. Yuri Landman è musicista, performer e inventore di strumenti musicali. Tra le band per le quali ha costruito strumenti DIY ci sono Sonic Youth,Half Japanese e Liars. Negli ultimi anni ha ideato una performance solista con le sue strumentazioni uniche, canzoni dalle strutture non convenzionali composte con telefoni, hard disk, bambolotti, lattine di soda, metronomi, carta vetrata, meccanismi motorizzati, percussioni di metallo, kalimba e archi. Tiene workshop e presentazioni con un numero crescente di organizzazioni di sound art nell’ambito dell’educazione e della ricerca in Europa e nel mondo. https://www.vivaticket.it/ita/event/natural-disruptors-yuri-landman-mary-lattimore/140542

Venerdì 22 novembre è la volta di Xylouris White, il duo composto dal liutista cretese George Xylouris (figlio del leggendario cantante e suonatore di lira Psarandonis) e dall’australiano Jim White, batterista dei Dirty Three e collaboratore di Cat Power, Bill Callahan, Pj Harvey, Bonnie Prince Billy, Daniel Blumberg. L’unione di questi due talenti genera un folk ruvido, fiero e avventuroso, che porta nuova linfa e conferisce nuove forme alla tradizione plurisecolare in cui è radicato. In Fondazione presentano dal vivo “The Sisypheans”, quarto disco in studio e primo sulla prestigiosa Drag City Records. Produce Guy Picciotto (Fugazi). https://www.vivaticket.it/ita/event/natural-disruptors-xylouris-white/140541

Venerdì 6 dicembre chiude il ciclo il suo curatore, Lee Ranaldo, con una performance audiovisiva site specific intitolata Contre Jour, con Ranaldo alla chitarra sospesa e le immagini della fotografa e artista multimediale Leah Singer. Lee Ranaldo e Leah Singer lavorano insieme dal 1991, esplorando l’interazione tra suono e immagine. Sight Unseen e Contre Jour sono le loro più recenti opere audiovisive: il bordone ottenuto da una corda di chitarra, il flash di un fotogramma, la loro interazione in un ambiente avvolgente. Una chitarra elettrica è sospesa nello spazio, staccata dagli amplificatori, lasciata libera di oscillare come un pendolo. Gli schermi della proiezione sono site-specific. I “fenomeni della chitarra elettrica sospesa” e le immagini interagiscono con le ombre, ottenute in tempo reale. Si attenua la tradizionale separazione tra pubblico e artista, ogni punto della stanza viene incorporato nello spazio performativo. Un ambiente sonoro e visivo coinvolge artista e spettatori in una comune esperienza immersiva, che lascia spazio all’interpretazione personale e alla meditazione. Al termine dello spettacolo Lee Ranaldo incontra il pubblico. https://www.vivaticket.it/ita/event/natural-disruptors-lee-ranaldo/140544.

 

 

Lee Ranaldo, il curatore di Natural Disruptors

 

Chitarrista e cantante di Long Island (NY), componente storico e co-fondatore dei Sonic Youth, solista, produttore, scrittore, poeta, Lee Ranaldo è un personaggio fondamentale della musica alternativa degli ultimi 40 anni.
È stato incluso (con il sodale Thurston Moore) nella classifica dei migliori chitarristi di tutti i tempi dalla rivista Rolling Stone, Da quando la “gioventù sonica” ha deciso di prendersi una pausa, Ranaldo ha intensificato la sua attività solista, anche in veste di narratore e artista multimediale. In questi anni sono usciti due album su Matador a nome Lee Ranaldo and the Dust (con Alan Licht alla seconda chitarra e Steve Shelley alla batteria), uno acustico (su El Segell, etichetta costola del Primavera Sound) e il più recente “Electric Trim” (il primo per la storica Mute Records), registrato tra New York e Barcellona dal musicista e produttore spagnolo Raul “Refree” Fernandez, con ospiti Sharon Van Etten, Nels Cline, Kid Millions e la collaborazione speciale, in sede di elaborazione testi, del pluripremiato scrittore newyorkese Jonathan Lethem. A febbraio 2020 uscirà, ancora su Mute, il nuovo disco Names of North End Women, che vede rafforzarsi la collaborazione con Fernandez e segna una nuova tappa nel percorso di Lee: una forma canzone minimalista e sperimentale, che flirta con l’elettronica.www.leeranaldo.com

“Music has the power and the grace; listen with open ears and you may find your thoughts rewired. We will make room for something new, clear some space for new ideas to take up residence. Our world is ever changing. Please welcome some new visions discovered out in the shifting musical landscape. Aural exciters drawing some new routes on our maps. New roots. Natural disruptors, short circuiting exhausted models and perhaps drawing an alternative horizon line on top of the old one: a new resistance, both protest and affirmation. You may be surprised by what you discover. Signposts to one or more possible futures? Directions to a distant star? In the crack between worlds a new way forward may be revealed…” Lee Ranaldo / New York City / September 2019” Lee Ranaldo, New York, settembre 2019.

 

 

Biglietti

Biglietto intero  € 18,00, Biglietto ridotto € 15,00 (over 65 anni, under 25 anni, studenti e possessori Carta Più/Multipiù laFeltrinelli), Under 12 ingresso gratuito. Abbonamento 3 spettacoli € 40,00.
In prevendita su Vivaticket.it
Biglietti disponibili il giorno del concerto a partire dalle 17.00 in Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...