INTERSEZIONI: PERSONALE DI ELENA PAGANI ALLO SPAZIO MAIMERI

157

Intersezioni_invito web

Intersezioni è il titolo della nuova personale promossa presso lo Spazio Maimeri di Corso Colombo 15, Milano, cocktail di inaugurazione martedì 14 giugno alle ore 18,30, dell’artista, lombarda per nascita, emiliana perchè trasferitasi in quella regione, siciliana di adozione, Elena Pagani. La mostra sarà esposta al pubblico fino al 26 giugno.

Elena Pagani è vincitrice del Premio Giotto Maimeri, appuntamento con l’arte contemporanea e con la promozione di autrici e di autori nuovi, giovani e dal sapore fortemente contemporaneo, originali e unici nel loro proporsi esteticamente, compositivamente e poeticamente, ideato da Stefania Morici e vede come enti promotori la Fondazione Maimeri e il binomio Giotto-Fila. Forniture di colori per i giovani allievi delle scuole e accademie sono state disposte dallo stesso premio, il cui vincitore avrebbe avuto occasione di esporre a Milano, presso lo Spazio Maimeri. Elena Pagani è la vincitrice di un’edizione dedicata al Mediterraneo, a quei colori magici e intensi che caratterizzano un luogo comune come origine e come genesi, fatto di anime e di persone che si affacciano su un patrimonio, naturale, e una ricchezza umana, varia e plurale.

Le opere di Elena Pagani, esposte presso Spazio Maimeri, sono tutte composte attraverso la tecnica dell’acrilico, donando a quell’astrattismo, a cui pienamente l’autrice si ascrive completamente per cultura, per studio compositivo e per estetica, la capacità di rappresentare la frammentazione dell’immagine, una dinamica delle figure rappresentate, in una rottura con tanta tradizione, seppure sia chiaramente visibile nell’autrice una conoscenza, alta e consapevole, della storia dell’arte astratta e concettuale del Novecento.

La dinamica dell’impatto dell’immagine ci porta in un vortice di movimento fatto di cromie ben adagiate e ben definite nel loro potenziale estetico concettuale, un’esaltazione della composizione eseguita in modo tale da dare una dimensione di insieme dell’opera e funzionale a una rappresentazione di grande armonia, seppure linee e forme sembrino creare prospettive composite e complesse, impercettibili e non identificabili. La visione complessiva viene realizzata tramite un equilibrio dei soggetti del quadro concedendoci una descrizione narrativa di quei simboli e di quei segni che sono alfabeti estetici per l’autrice per esprimere la propria intuizione poetica, espressa con un astrattismo che sembra quasi dare un risalto al lavoro di tipo volumetrico e plastico e che si sposa e incontra con il collage, altra tecnica perseguita dall’artista.

Il premio vede la promozione da parte del Comune di Palermo, e l’organizzazione da parte di Arteventi di Stefania Morici e ha visto una giuria di ottimi componenti, Maria Antonietta Spadaro, presidente della giuria, Gianni Maimeri, presidente della Fondazione Maimeri, il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, Bernardo Tortorici di Raffadali, presidente degli Amici dei Musei Siciliani, Gisella Duci, docente di storia dell’arte e Ciro De Concilis, store manager la Rinascente. La personale, Intersezioni, di Elena Pagani è curata da Stefania Morici, Federico Poletti e Maria Antonietta Spadaro.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...