fbpx
CAMBIA LINGUA

Grosseto: La mostra “Conversations with Blue Gold” al Giardino dell’Archeologia

L'inaugurazione il 25 giugno

Grosseto: La mostra “Conversations with Blue Gold” al Giardino dell’Archeologia.

Dal 25 giugno e fino al 15 novembre, l’acqua diventa protagonista della mostra a cielo aperto diffusa nel centro storico di Grosseto con “Conversations with Blue Gold”, dell’artista e fotografo svizzero Giacomo “Jack” Braglia, a cura di Beatrice Audrito. Sei grandi sculture, disseminate tra le vie del centro storico di Grosseto (tra Piazza Dante e il Giardino dell’Archeologia), raccontano l’emergenza idrica che stiamo attraversando.

Un’incursione artistica in cui Braglia trasforma i suoi scatti in sculture e installazioni tridimensionali grazie a supporti fotografici alternativi, come busti in gesso, scudi, bocche classiche e piramidi. Questi vengono poi rivesti di immagini per permettere alla fotografia di conquistare la terza dimensione.

Tredici sono le foto scelte per raccontare un tema d’attualità e ambiente. Foto, queste, che, raccontando la ricchezza dell’acqua e la sua importanza, ne dimostrano il rischio della scarsità, coinvolgendo il visitatore sul tema dell’oro blu.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

L’obiettivo è quello di sensibilizzare il pubblico ad un consumo responsabile di acqua. Una riflessione urgente, oggi più che mai di grande attualità, che pone l’attenzione sul nostro presente.

“L’acqua rappresenta uno dei problemi più seri dei nostri giorni, fonte di guerre di accaparramento, è l’oro nero del domani – commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla Cultura Luca Agresti – Dobbiamo imparare a utilizzarla in modo più responsabile, promuovendo, fin da subito, la cultura al risparmio . Dobbiamo intervenire e dobbiamo farlo subito. Ciascuno di noi, nel suo piccolo, può fare qualcosa. Chiudere il rubinetto quando non serve o limitare l’utilizzo di elettrodomestici ad elevato consumo idrico, sono soltanto alcuni dei comportamenti che possiamo mettere in campo per salvaguardare il nostro pianeta. L’invito del giovane artista e fotografo svizzero, è quello di ripensare l’attuale utilizzo delle risorse naturali e limitare l’impatto delle attività umane. Attraverso linguaggi espressivi diversi e forme artistiche innovative, l’artista porta lo spettatore a una riflessione profonda sul futuro del nostro pianeta e sull’importanza di tutelarlo”.

Il progetto espositivo è promosso dalla Città di Grosseto e dalla “Fondazione Gabriele e Anna Braglia”, con il Patrocinio della Regione Toscana.

La Fondazione Gabriele e Anna Braglia e l’artista supportano il progetto di salvaguardia dell’ambiente marino contro la pesca a strascico promosso da La Casa dei Pesci di Talamone, con una donazione di 5.000 €. Grazie a questo gesto, l’Associazione potrà mettere in mare un nuovo blocco scultoreo che andrà a implementare il “Museo a mare aperto” di sculture già collocate sott’acqua, a difesa dell’habitat naturale marino.

La mostra, che si inserisce all’interno della splendida cornice del Giardino dell’Archeologia, sarà inaugurata domenica 25 giugno alle ore 18.00.

Grosseto: La mostra “Conversations with Blue Gold” al Giardino dell'Archeologia

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×